Come accade per le persone, i residui di cibo che si possono accumulare tra i denti del nostro amico felino, se non vengono rimossi, possono portare alla formazione di placche. Queste ultime si trasformano in tartaro, che, a sua volta, causa una proliferazione di batteri che distruggono” la gengiva e possono provocare persino una perdita prematura dei denti, oltre a causare alitosi e infezioni della mucosa orale.

Ecco perchè è di fondamentale importanza non trascurare l’igiene dentale dei gatti, che deve essere curata sin dall’inizio.

Sarebbe saggio abituare il nostro animale ad una pulizia orale quotidiana sin da quando compaiono i denti definitivi (circa 3-7 mesi a seconda dell’animale), utilizzando appositi spazzolini che si trovano in commercio e che sono strutturati in modo da garantire una corretta pulizia dei denti del nostro gatto. Se ciò non è possibile, può essere sufficiente eseguire una corretta pulizia anche solo una volta al mese, anche se, ovviamente, maggiore sarà la frequenza con la quale curiamo l’igiene orale del nostro amico a quattro zampe, minori saranno i rischi ad essa collegati. Esistono inoltre particolari dentifrici senza risciacquo che vengono impiegati a tale scopo. Non bisogna però per nessuna ragione utilizzare dentifrici umani, in quanto questi contengono sostanze che possono risultare tossiche e danneggiare lo stomaco dell’animale.
Per quanto riguarda il tartaro che si è già accumulato, purtroppo non è possibile rimuoverlo con un normale spazzolino, perciò è necessario portare il nostro animale dallo specialista per fare una seduta di pulizia, che verrà fatta impiegando speciali apparecchiature ad ultrasuoni; per far ciò sarà necessario sottoporre il gatto ad anestesia generale.

Di fondamentale importanza è anche la dieta che viene impartita all’animale, in quanto i cibi umidi (come possono essere ad esempio quelli in scatola) favoriscono la formazione di placche, mentre al contrario quelli secchi ne producono in minor quantità.
Esistono inoltre particolari snack che favoriscono una corretta pulizia dei denti, ma affinchè tale metodo risulti efficace è nescessario farli mangiare al nostro gatto con regolarità, almeno una volta al mese.