In genere , la presenza del pelo nel gatto lo protegge dall’azione irritante dei raggi solari . Solitamente , questi animali non sudano e per difendersi dal calore tendono a poggiarsi in luoghi freschi . Se anche questo però purtroppo non basta , la temperatura corporea inizia a salire e non potendo sudare sono molto più soggetti ai colpi di calore rispetto agli umani .
I sintomi tipici sono : arrossamento , gonfiore del dorso e delle spalle associato a dolore . Quelli che sono maggiormente a rischio sono i gatti di colore chiaro e glabri . Per fortuna sono rare le ustioni vere e proprie . La pelle inizia ad essere bianca o rossa e di rado compaiono delle bolle .

La prognosi varia a seconda della rapidità dell’intervento e dal peggiorare dei sintomi . Il primo soccorso dovrebbe essere immediato e la cosa principale da fare sarebbe quella di provvedere all’abbassamento della temperatura corporea . Per farsi che ciò avvenga , il gatto deve essere posto all’ombra e in un punto abbastanza ventilato e deve essere bagnato con impacchi di acqua fresca , cercando di far scendere lentamente la temperatura e non di botto , perché ciò comporterebbe la morte dell’animale . In alcuni casi , è necessario il ricovero del gatto . Ciò comporta l’applicazione di bende e l’utilizzo di farmaci topici . Il pelo della zona ustionata va rasato per osservare meglio il decorso dell’avvenuta scottatura e della prossima guarigione .

Sarebbe opportuno , tuttavia , soprattutto per gli esemplari a rischio applicare una protezione solare , in particolar modo sulla punta delle orecchie e sulle estremità bianche , a maggior ragione se l’animale passa molto tempo fuori casa . Infatti è preferibile evitare delle passeggiate nelle ore di maggiore calura della giornata . Inoltre , quando si esce è consigliabile portare una ciotolina e una bottiglia d’acqua .

Una delle migliori soluzioni , per quanto riguarda la scottatura dei gatti , consiste nell’applicare clorexidina o lo iodio povidone . Nel caso di vere e proprie ustioni invece , è preferibile utilizzare una sostanza topica come la sulfadiazina d’argento . Una curiosità : anche nei nostri amici a 4 zampe , come nell’uomo , si sospettano casi di melanoma provocati da ustioni ripetute .