La cecità è una condizione che può colpire un gatto sin dalla nascita, o può essere la conseguenza di una ferita o malattia. Sebbene inizialmente stressante, non comporta la fine della sua felicità. Semplicemente necessiterà di qualche accortezza in più.

I gatti sono animali che si adattano facilmente, ma dovrete anche prendervi cura di lui. Un micino nato cieco non avrà alcuna difficoltà ad imparare a conoscere il mondo. Mentre per quanto riguarda un gatto adulto che perde la vista eventualmente si abituerà alla situazione e vivrà la propria vita a pieno.

Ad un gatto cieco non dovrebbe essere permesso di uscire, a meno che non abbiate un cortile completamente recintato e dal quale non riuscirebbe a scappare. In qualsiasi caso, è bene accompagnarlo per evitare che possa farsi male in quanto incapace di riconoscere perfettamente l’ambiente. Un gatto cieco che non vive in casa è sottoposto a molti più pericoli ed è più vulnerabile. Se dovesse perdersi, avrebbe difficoltà a ritornare a casa. Assicuratevi dunque di comprargli un collare, dove specificherete che il gatto è cieco e scriverete come contattarvi in caso di ritrovamento. Ricordatevi comunque di bloccare ogni accesso a finestre e balconi.

È particolarmente necessario non apportare cambiamenti alla propria casa. Non spostate il mobilio, il gatto imparerà a navigare per la casa con più facilità. Ogni cambiamento, anche se piccolo, comporterebbe uno stress per il vostro quadrupede poichè dovrebbe ricordarsi di scansare qualcosa che prima non si trovava sulla sua strada. Cercate inoltre di non lasciare troppe cose in giro, così non dovrà affrontare troppi ostacoli camminando. Insegnategli dove trovare la lettiera, la ciotola dell’acqua e quella del cibo. Fate in modo che possa trovarle sempre nello stesso posto e ricordatevi di nutrirlo alla stessa ora ogni giorno, in modo da creare una routine.

Un gatto cieco imparerà a deambulare per la casa con l’aiuto dell’udito, che si svilupperà di più, e delle vibrisse, che gli permetteranno di valutare la profondità e scansare gli ostacoli. Le vibrisse non dovranno dunque assolutamente essere accorciate, poichè gli saranno particolarmente utili di notte o in spazi ristretti. Evitate di fare troppo rumore. Se doveste accidentalmente fare rumori improvvisi, rassicurate il vostro micio e coccolatelo immediatamente. Per avvicinare un gatto cieco è bene parlargli dolcemente e raggiungerlo con calma; non siate impazienti o lo spaventereste.

Gli altri quattro sensi del vostro gatto si acuiranno col tempo ed è importante incoraggiarlo a ricorrere ad essi. Regalategli giocattoli che fanno rumore o che profumano di cibo, in modo che possa seguire il suono o fiutare l’odore. Infine, è consigliabile portarlo regolarmente dal veterinario per assicurarsi che gli altri sensi non subiscano danni.