gatto-cassetta

Spesso la convivenza con i nostri amici a quattro zampe presenta delle problematiche. Specialmente con i gatti, infatti, bisogna essere pronti ad affrontare le loro smanie di marcare il territorio lasciando urina in specifici punti dell’abitazione.

Verso questi atteggiamenti sconvenienti per il nostro arredamento è inutile arrabbiarsi con il nostro gatto, poiché il suo è solo un naturale istinto. Possiamo invece utilizzare prodotti specifici per il cattivo odore che non invoglieranno il gatto a ripetere il suo rito.

Esiste una vasta scelta di prodotti in commercio per eliminare i cattivi odori causati dall’urina, ma il più delle volte sono molto costosi e non neutralizzano il fetore in profondità, ma lo eliminano solo in superficie. Questo invoglia il gatto a ritornare ad urinare negli stessi punti strategici che ha scelto precedentemente.

Spesso viene consigliato di usare l’ammoniaca, ma il più delle volte non fa che danneggiare ulteriormente le superfici ed accentuare il cattivo odore dell’urina; anch’essa contiene ammoniaca e così diventa solo un’aggravante. In sostituzione dell’ammoniaca si può utilizzare la candeggina pura, o diluita, sempre stando molto attenti alla superficie sulla quale la si utilizza, e poi strofinare accuratamente e risciacquare con acqua calda.

Se il nostro gatto ha urinato su superfici come divani o tappeti è meglio prima togliere il liquido in eccesso facendolo assorbire con carta di giornale, e poi optare per uno prodotto specifico che sia in grado di neutralizzare i cattivi odori e smacchiare le superfici sporche.

come-rimuovere-le-macchie-di-urina-dal-materasso_820bf69538e10dd65b0ac61449abdd66Esiste poi una ricetta casalinga specifica per rimuovere macchie ed odori del nostro micio.

 

Ingredienti
– Bicarbonato di sodio;
– Detergente per piatti;
– Acqua ossigenata;
– Aceto di vino bianco.

 

Istruzioni per la preparazione
1- Procedete innanzitutto ad assorbire tutto il liquido in eccesso con appositi stracci e carta di giornale. Le tracce di pipì non visibili alla luce sono rintracciabili con una luce a raggi ultravioletti, che consente di rendere visibili le macchie di urina facendole diventare fosforescenti al buio.

2- Iniziate a strofinare la superficie sporca con una soluzione costituita da 50% di aceto di vino bianco e 50% di acqua, poi lasciate asciugare.

3- Una volta che la superficie è asciutta cospargente sulla zona bicarbonato di sodio, detersivo per piatti liquido e acqua ossigenata e strofinate bene.

4- Infine passate l’aspirapolvere per rimuovere il bicarbonato in eccesso.

 

Prima di utilizzare questo composto casalingo sulla zona desiderata fate una piccola prova su piccole superfici. La soluzione funzionerà meglio di prodotti molto più costosi perché l’aceto è in grado di neutralizzare l’ammoniaca, il bicarbonato è in grado di assorbire gli odori, mentre il perossido di idrogeno è in grado di uccidere i batteri.