Il gatto è un animale molto pulito. Passa più tempo ogni giorno a pulire il suo mantello perciò spesso non ha bisogno di essere lavato.

gatto-bianco1Il gatto comunque può avere bisogno del bagno se si è sporcato con una sostanza untuoso o se il pelo è macchiato da sostanze tossiche o pericolose.

È consigliato abituare il gatto al bagno da piccolo altrimenti sarà molto difficile abituarlo a fare il bagno da grande.

Spesso sentiamo dire che i gatti non amano l’acqua. Questo è vero ma solo fino ad un certo punto. In realtà il gatto non ama trovarsi nella situazione in cui non ha il pieno controllo. Una di queste situazioni è fare il bagno che per il gatto potrebbe risultare non solo fastidiosa, ma anche una minaccia dalla quale difendersi.

Se hai deciso di fare il bagno al tuo gatto, è meglio preparare in anticipo tutto quello che serve.

Le cose da preparare in anticipo

– La spazzola per spazzolare il pelo prima che si bagni
– Due o tre asciugamani, meglio se caldi
– Shampoo
– Bacinella con non più di 10-12 cm di acqua (dipende dalla taglia del gatto)
– Abiti adeguati come una maglia a maniche lunghe e un grembiule per evitare che il gatto possa graffiarvi
– Se possibile, meglio avere un aiutante.

Per lavare il gatto bisogna usare acqua tiepida (38° circa). Non usare detergenti per uso umano. Ci sono detergenti specifici per gatti che non sono aggressivi.

Il gatto si lava bagnando il mantello, poi applicando sul pelo lo shampoo diluito in acqua tiepida, e massaggiandolo delicatamente. Poi si risciacqua la schiuma e lo si asciuga con un asciugamano. Infine, si spazzola delicatamente il pelo. È meglio evitare di farlo uscire per qualche ora dopo il bagno.

È importante ricordare che il gatto si lava dolcemente a partire dal collo, ed evitando il contatto con gli occhi e il musetto.