Tutti sappiamo che i gatti odiano l’acqua ma lavarli, in alcuni casi, è necessario.
Un buon motivo potrebbe essere dato dall’infestazione da pulci o da zecche; per i gatti a pelo lungo è utile anche per eliminare la comune sporcizia che si agglomera sulla pelliccia.
Prima di procedere verificare che sia indispensabile fare il bagno: potrebbe essere sufficiente accorciare il pelo o effettuare una energica spazzolata.
Se decidete di lavare il vostro felino, il migliore prodotto sul mercato è quello di una nota marca (Leniderm) a base di latte di avena, innocuo per la salute dell’animale, senza additivi chimici aggiunti; il prodotto ha la caratteristica di essere utilizzato a secco (senza acqua). La schiuma essendo secca è ideale per i gatti casalinghi e rilascia un buon profumo. Si può acquistare nelle farmacie che si riforniscono di prodotti per animali. In alternativa si può comprare nei negozi di settore come SuperPetShop o ZooPlanet (catene in franchising che si trovano un po’ in tutta Italia).
Questo prodotto sostituisce perfettamente il bagno con l’acqua, per i gatti è meno traumatizzante e non c’è bisogno di asciugarli.
Si può ricorrere invece ad un bagno “tradizionale” in acqua e sapone. Il luogo indicato è la vasca da bagno o un grosso lavandino.
Bisogna riempire la vasca da bagno di 8 – 12 cm di acqua ed usare un panno e un po’ di shampoo per gatti (i prodotti della Camon sono ottimi e naturali); iniziare, con il panno inzuppato di acqua, bagnando il collo, poi il corpo e le zampe. Versare il sapone sul panno umido e, sempre partendo dal collo, insaponare l’animale.
Non mettere lo shampoo negli occhi, naso, bocca, orecchie (rischio di infezioni).
Dopo lo shampoo sciacquare a fondo più di una volta per togliere tutta la schiuma dalla pelliccia.
Un consiglio: verificare che l’acqua del risciacquo sia limpida perchè se lasciate residui di shampoo questi potrebbero essere assorbiti dalla pelle. Infine l’operazione più importante e da non sottovalutare: l’asciugatura. Deve essere fatta a “regola d’arte” cioè asciugando perfettamente tutte le zone del corpo per non lasciare l’animale bagnato ed evitargli di prendere freddo. Per fare questo munirsi di uno o più panni e di una spazzola.
Alternare l’utilizzo dei panni e della spazzola fino a che la pelliccia non sia completamente asciutta (evitate di usare elettrodomestici per l’asciugatura).
Esistono poi altri prodotti sul mercato mirati ai differenti ph della pelle del gatto: ad esempio se l’animale soffre di seborrea si può utilizzare un detergente specifico (marca ICF) che combatte le alterazioni dovute dalla pelle grassa.
Alla fine del bagno coccolate il vostro micio: sarà più facile che in futuro accetti meglio di subire un altro bagno.