Negli animali un pelo lucente è sinonimo di buona salute ma come bisogna agire nel caso in cui, la pelliccia dovesse presentarsi opaca o/e priva di peli in alcuni punti?

Il gatto sa prendersi perfettamente cura del suo pelo ma esistono alcuni accorgimenti che possono facilitarne la pulizia: infatti per evitare che perda la sua lucentezza è bene spazzolarlo spesso prevenendo la formazione di nodi e grovigli che potrebbero contribuire alla perdita di pelo.
Il segreto per far mantenere il manto del gatto sano e lucente sta nella giusta e sana alimentazione che consiste:

una buona dose di acidi grassi necessari per la buona salute del pelo e della pelle,
vitamina H o biotina essenziale per la corretta fisiologia dell’apparato tegumentario dell’animale,
sali minerali come lo zinco e il rame che garantiscono benessere non solo al pelo ma di tutto l’organismo.

La carenza di biotina provoca nel gatto una precoce perdita di pelo che, se non curata per tempo, potrebbe causare disagi nell’animale. E’ bene intervenire utilizzando degli integratori specifici da far ingerire al gatto, possibilmente durante il suo pasto quotidiano mischiato con il cibo. I risultati di una buona guarigione si vedranno non appena il manto tornerà ad essere brillante e folto.

Per mantenere pulito la pelliccia dei nostri amici felini, bisogna innanzitutto usare dei detergenti specifici per animali, di buona qualità che non possiedano parabeni o ingredienti profumanti che irriterebbero l’epidermide.
Un detergente igienizzante particolarmente usato dai veterinari che si occupano di toelettatura, è la linea FURminator deshedding in particolare uno shampoo ipoallergenico che riduce la caduta del pelo e non irrita la cute: arricchito con acidi grassi come l’omega 3 e l’omega 6, contiene anche proteine e vitamine e grazie alla fragranza fresca ma delicata, verrà sopportata persino dall’olfatto formidabile del gatto.

La frequente toelettatura, inoltre, eviterà la comparsa di fastidiose malattie causate spesso da un pelo sporco, e preverrà la comparsa di parassiti presenti nel terreno o in ambienti in cui è a contatto con altri mici.
Per i gatti a pelo lungo è utile passare la spazzola seguendo la direzione del pelo, iniziando dal capo; la spazzolatura non deve essere troppo energica occorre prestare molta attenzione alle orecchie, ai capezzoli nascosti sotto il pelo della pancia e a non graffiare la pelle.