Il furetto è un piccolo mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei Mustelidi, il nome deriva appunto da “Mustela putorius furo”, ove putorius indica il cattivo odore che possono emanare i maschi non sterilizzati, mentre fur sta per ladro, questo per due motivi, il primo perchè ama nascondere il cibo, il secondo perchè è un predatore da pollaio utilizzato sin dall’antichità per la caccia ai conigli selvatici.

Addomesticato in tempi lontanissimi, il furetto è una varietà alpina della puzzola lungo circa cinquanta centimetri, ha un corpo longilineo, musetto appuntito con naso tondeggiante e rosa, denti appuntiti e taglienti, è molto peloso con coda lunga e folta, le zampette invece sono piccole e con cinque dita.
Simpatico animale da compagnia, tra gli aspetti positivi c’è sicuramente il carattere: è estroverso, vivace, un grande giocherellone e molto socievole, infatti è sconsigliabile sia lasciarlo da solo in casa una giornata intera, in quanto soffre di solitudine, sia tenerlo troppo tempo nella gabbietta.
Sono molto affettuosi, infatti creano un legame intenso con il padrone, da cui dipendono totalmente.
Prendersi cura di un furetto ti richiederà tante attenzioni perchè molto delicati, quando viene lasciato libero per la casa dovrai stargli dietro in quanto proprio per la sua curiosità può incorrere in pericoli, inoltre dovrai prenderlo in casa quando è già addomesticato altrimenti puoi incorrere in morsi continui per difesa, di conseguenza è inopportuno lasciarlo da solo con bambini.
La maggior parte della giornata la trascorre a dormire oppure ricerca costantemente le coccole del padrone.
Il furetto può viene anche abituato all’uso della lettiera per i propri bisogni in modo da non sporcare in giro.
Generalmente possono vivere circa dieci anni e anche in età adulta non cambiano il loro comportamento, sono giocherelloni come da cuccioli e ti regalano gioia sino alla fine.
L’alimentazione è un aspetto importante, in quanto essendo un carnivoro necessita di cibi crudi, difficili da reperire è per questo che sono indicate solo crocchette secche ma di ottima qualità specifiche per furetti, non devi mai somministrargli cibi contenenti carboidrati, zuccheri o latte, quindi devi controllare sempre la lista degli ingredienti.
Tra gli aspetti negativi c’è sicuramente il costo per le cure veterinarie, questo perchè avendo un organismo molto debole necessitano di vaccinazioni e richiami periodici, infatti possono andare incontro a problemi di tipo tumorale.
Altro aspetto è il cattivo odore che possono emanare i furetti maschi per la presenza di ghiandole para-anali, questo serve per marcare il territorio o difendersi, la sterilizzazione va eseguita tra i sei e gli otto mesi, solo da veterinari specializzati.