L’igiene e la pulizia sono requisiti fondamentali per la salute ed il benessere di ogni pet.

I furetti sono animali molto puliti ed avvezzi a “lavarsi” da sé. Ciononostante talvolta occorre intervenire per assicurare una pulizia  più profonda e un’igiene adeguata all’abitazione del padrone, soprattutto durante la stagione della muta, così da eliminare il pelo morto  e da impedire che ne ingerisca quantità eccessive che compromettano il suo stato di salute.

 

Il bagnetto: il furetto dovrebbe essere lavato circa ogni due mesi, meglio una volta al mese se il nostro amico si sporca facilmente giocando; non eccedere comunque nella frequenza dei lavaggi. Tutto quello che serve è  uno shampoo adatto alla sua pelliccia: se ne trovano di molti tipi nei negozi specializzati di animali. Se il piccolo peloso ha un contagio da pulci, intervenire tempestivamente utilizzando uno shampoo antipulci per gattini. Durante il bagno, prestare molta attenzione alle correnti d’aria fredda, pericolose per la sua salute. Basta riempiere il lavandino (o una bacinella) con un basso livello di acqua tiepida e procedere insaponando il furetto con lo shampoo apposito. È bene sorreggere l’animale durante tutta l’operazione, avendo cura che la testa del pet sia sempre sopra il livello dell’acqua! Sciacquare poi il furetto ed asciugarlo con un panno, anche se l’animale tendenzialmente provvede autonomamente ad asciugare la sua pelliccia. Durante i mesi invernali è bene asciugare completamente l’animale con l’aiuto del phon.

Il furetto va spazzolato costantemente soprattutto nei periodi in cui ha la muta del pelo: in commercio sono disponibili apposite spazzole per furetti; in alternativa si può utilizzare, sempre con la massima delicatezza, una spazzola per gatti dello stesso tipo, prestando attenzione a spazzolare l’animale con molta delicatezza.

 

È importante sorvegliare la lunghezza delle unghie del furetto: unghie troppo lunghe rischiano di far rimanere l’animale impigliato in oggetti e tessuti. Occorre procedere al taglio delle unghie circa ogni due mesi, utilizzando per l’operazione un tronchesino ad hoc.

Anche la pulizia delle orecchie è molto importante per l’igiene del furetto. Tutto quello che serve è un cotton fioc ed una soluzione adatta alla pulizia di questo distretto. I furetti hanno una piccola borsa sul dorso dell’orecchio che deve essere periodicamente detersa a fondo. È bene fare attenzione a non spingersi oltre i canali interni dell’orecchio, procedendo unicamente alla pulizia della zona che riusciamo a vedere. Effettuando dei movimenti circolari verso l’esterno, si eviterà di introdurre eventuali accumuli di impurità all’interno dell’orecchio, dove potrebbero dare origini ad infezioni.