Una delle domande più frequenti che si pongono coloro che stanno decidendo di acquistare un coniglio è se preferire un maschio o una femmina.

E’ inutile negare che, quando si sceglie un nuovo animale magari per farlo crescere insieme ai bambini di casa, si cerca uno di quelli che possa essere accarezzato e coccolato; ci preme innanzitutto sottolineare che il coniglio non è un giocattolo e non va trattato come tale, ma a livello di affettuosità è indubbiamente la femmina che si presta maggiormente a questo ruolo.

A livello di salute, il coniglio maschio risulta essere più forte rispetto alla femmina anche se, come in tutte le cose, esistono le dovute eccezioni. La femmina può essere soggetta a più problematiche, non necessariamente gravi, che possono essere curate con l’aiuto del veterinario di fiducia.

Per quanto riguarda il comportamento, invece, se il coniglio vivrà in appartamento è meglio indirizzare la scelta su un esemplare femmina e la ragione è presto spiegata: con il suo carattere dominante, il maschio in uscita dalla gabbietta per il suo giro di perlustrazione, tende a marcare ripetutamente il territorio spargendo ovunque urina e palline di feci.
E considerate che il coniglio non va costretto in gabbia per lungo tempo ma deve essere lasciato libero di girare per l’ambiente soprattutto nei momenti di tranquillità, come ad esempio a tarda sera o durante la notte. Immaginatevi quindi come potreste trovare il pavimento il giorno seguente.

In natura questo comportamento è tipico di molte specie, ma è chiaro che trovarsi la casa tappezzata di escrementi di animali non è esattamente bello. Meglio allora prediligere una femmina che non ha queste abitudini e sporca nella sua lettiera e si adatta maggiormente alla vita di casa.

A quanti pensano, poi, che la femmina potrebbe risultare più dispendiosa a livello di spese veterinarie per la sterilizzazione, rispondiamo che anche il coniglio maschio dovrebbe essere operato se non desiderate farlo accoppiare.

Questo per preservarlo da malattie future e per garantire allo stesso una vita serena ed una convivenza pacifica con i membri della famiglia.