Okunoshima è una piccola isola situata nel Mare del Giappone, tra le città di Hiroshima e Shikoku. È chiamata l’isola dei conigli in quanto abitata da un infinito numero di questi amici animali.

Tra il 1929 e il 1945 Okunoshima è stata un sito militare segreto per la produzione di gas velenoso da utilizzare nella guerra chimica.
Scelta per il suo isolamento e sicurezza, l’isola era lontana a sufficienza da Tokyo e dalle altre aree popolate del Giappone.
Data la segretezza del programma militare Okunoshima fu addirittura cancellata dalle mappe. La popolazione residente e tutti quelli che lavoravano al programma hanno saputo mantenere il segreto sull’attività chimica per tutto quel periodo storico.

 

okunoshima conigli
Turisti ad Okunoshima

 

Oggi, Okunoshima è l’isola dei conigli. Secondo alcune fonti, i conigli sarebbero stati portati a Okunoshima per testare gli effetti del gas.

Ad ogni modo in questo luogo i conigli vivono sereni in un ambiente privo di predatori.

700.000 metri quadrati di paradiso conquistato da oltre 300 conigli che vivono liberi e felici.
I simpatici animaletti non hanno paura dell’uomo e si avvicinano senza timore, magari per assaggiare qualche snack.
I visitatori possono coccolare e nutrire i conigli quanto e quando vogliono. Per proteggerli, cani e gatti non sono ammessi.
I conigli sono molto utili al mantenimento dell’ecosistema di Okunoshima: la loro presenza aiuta a ridurre l’erba cattiva e a tenere lontani determinati parassiti.

 

okunoshima coniglio
Un coniglio di Okunoshima

La presenza dei conigli è favorita dalla popolazione: una simpatica e utile presenza, che tutti amano lusingare con carote o fieno.
Cibo per conigli è venduto ai visitatori a ogni angolo dell’isola. Sempre più numerosi sono coloro che raggiungono e soggiornano in quest’angolo di paradiso, per ammirare i piccoli animali.

 

Okunoshima non è però solo l’isola dei conigli: molti turisti i recano qui anche per visitare il The Poison Gas Museum, inaugurato nel 1988.