Un’alimentazione errata del coniglio è causa di una crescita irregolare dei denti che può portare alla loro limatura e alla malocclusione, patologia complessa dalla quale non è possibile guarire completamente.

Il coniglio è un lagomorfo e possiede denti piuttosto simili a quelli dei roditori e quindi adatti a triturare anche il cibo più duro. Per questo motivo i suoi denti crescono costantemente di circa un centimetro al mese, ma se la dieta a cui è sottoposto comprende alimenti che non contengono cristalli di silice, che provvedono a una limatura “naturale”, in breve tempo l’animale si ritroverà con i denti storti che crescono in tutte le direzioni con conseguenti ferite alle gengive e alla lingua fino ad arrivare alla formazione di ascessi e una malocclusione dentale.

E’ chiaro dunque che si tratta di una patologia che deriva esclusivamente da un’errata alimentazione, pertanto è assolutamente necessario nutrire il coniglio con i cibi consigliati dal veterinario, senza affidarsi a consigli di amici e conoscenti. La crescita abnorme dei denti e la malocclusione provocano dolore all’animale che inizia a nutrirsi sempre meno e da ciò deriva spesso un blocco intestinale che può provocare la morte.

Il primo sintomo che qualcosa non va  è lo scarso appetito: l’animale seleziona il cibo scegliendo solo quello più morbido. Quello dovrebbe essere il momento in cui intervenire con le cure veterinarie che consistono sostanzialmente nella limatura dei denti. Se il regime alimentare viene corretto non vi sarà più bisogno di procedere con questa operazione, se invece non ci si accorge per tempo della ipercrescita dentale la patologia evolverà nella malocclusione e non è più possibile intervenire.

Oltre all’inappetenza, si notano anche un’ipersalivazione, lo scolo oculare e le feci molto più piccole e di colore notevolmente più scuro.

Si presenteranno, inoltre, non solo lacerazioni a lingua e gengive, ma anche ascessi alla mandibola e alla mascella, che andranno asportati chirurgicamente, mentre per porre parziale rimedio alla dentatura esagerata si dovrà intervenire con una limatura eseguita in anestesia con la fresatrice. Spesso, nonostante i denti vengano limati, rimangono comunque esageratamente storti e si è costretti a estrarli.