Appartenente alla famiglia dei leporidi, il coniglio è un simpatico animaletto da compagnia che allieta la vita domestica di chi lo possiede. Sono animali socievoli, molto ben disposti nei confronti delle persone. Amano le coccole e chiedono il cibo ai propri umani quando hanno fame.
Per i conigli è fondamentale una corretta alimentazione. Il giusto mix di cibo per loro è composto da erba, radici, cortecce e foglie secche. Animale erbivoro, il coniglio gradisce ogni tipo verdura, come ad esempio carote, sedano e cicoria. Oltre agli alimenti prettamente naturali, è possibile fornire al coniglio anche un mangime già confezionato, purché possegga specifiche caratteristiche. Infatti è importante che il preparato contenga almeno il 18 % di fibra, oltre che una buona dose di proteine. I grassi non devono invece superare il 3 %.
Tuttavia vanno sfatate alcune convinzioni sedimentate nell’immaginario comune, che portano ad una scorretta alimentazione dell’animale.

 

Gli errori più comuni riguardo alla sua alimentazione consistono innanzitutto nella somministrazione di pane, fette biscottate, pasta o farina d’avena. Questi cibi non fanno bene alla salute del coniglio, anche se è molto diffusa la credenza per cui questi siano alimenti che rafforzino e modellino i denti del roditore. In realtà per limare i denti, basterà fornire grandi quantità di fieno e verdure come sedano e finocchio. Questo placherà la crescita quotidiana dei denti del coniglio, che si allungano di circa 10 mm al giorno. Somministrare il pane è un grave errore: molti lo davano in passato ai conigli in quanto il loro scopo era allevare esemplari da carne, che dovevano necessariamente ingrassare in fretta. A lungo termine, la somministrazione di questi prodotti provoca seri danni e può condurre alla morte dell’animale. Vanno segnalati disturbi gastrointestinali di vario tipo come il meteorismo, oltre a veri e propri blocchi intestinali. Ulteriori malattie dovute a quest’alimentazione sono la coccidiosi e la malocclusione.

 

Altri alimenti assolutamente da evitare sono la frutta secca, la cioccolata e in generale qualunque tipo di dolciume, ma anche patate, avocado, melanzane e pomodori. Si consiglia di non fornire nemmeno snack di alcun tipo né miscele di semi, cereali e mais. Seguendo queste semplici indicazioni, il nostro animale da compagnia sarà in ottima salute. L’importante è lasciare nella gabbia sempre verdure fresche e acqua pulita, lavando il contenitore tutti i giorni.