Come per un figlio, chi ama gli animali, dà la stessa importanza nella ricerca del nome più giusto. Come riconoscere quindi il sesso del coniglietto prima di acquistarlo? Senza dubbio la migliore idea è quella di rivolgersi al proprio veterinario, ma per coloro che volessero fare da sé ecco alcuni consigli.
Solitamente è facile distinguere se un coniglio è maschio o femmina dopo i primi tre mesi di vita. Un coniglio maschio, soprattutto di dimensioni grandi, avrà testa e corpo compatti, diversamente dalle conigliette. Solitamente inoltre, le conigliette, sviluppano sin da piccole una sacca al di sotto del mento che viene definita comunemente “giogaia”. I conigli femmina inoltre, sono sempre più grandi dei maschi.
Come fare per vederlo? Se il coniglio è piuttosto grande potrai notarlo anche da lontano in caso contrario prendilo in braccio e attendi che si calmi. Dopodiché giralo a pancia all’aria, come vedrai c’è tra le zampe, da tener ben strette, una protuberanza.
Nel caso in cui il coniglio in questione è femmina, questo lembo di pelle avrà un aspetto a forma di cono, carnoso, è come una fessura.
Nel caso il coniglietto sia maschio, il tessuto apparirà come un cilindro con un piccolissimo forellino centrale. È bene che il coniglio sia rilassato poiché se l’animale è in tensione renderà difficile vedere il sesso.
I testicoli nel maschio sono piuttosto evidenti, sempre che questo sia abbastanza grande. Generalmente i testicoli sono rosa ma con delle striature venose notevoli. Hanno una forma allungata e si trovano a partire dal prepuzio, fin dietro la coda.