Amore per gli animali domestici? Non per tutti purtroppo è così: vi sono ancora alcuni individui, infatti, che nuocciono agli amici a quattro zampe deliberatamente e perpetrano violenza sugli animali. Secondo i dati pubblicati dalla Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals (RSPCA) le denunce sono aumentate rispetto al 2013: 159.831 sono state quelle raccolte nel 2014 contro le 153.770 dell’anno precedente.

James Yeates, veterinario a capo della RSPCA, ha dichiarato in un articolo sul The Guardian: “La maggior parte delle denunce che riceviamo riguarda animali che vengono completamente trascurati o non ricevono le giuste cure […] Tuttavia, è sconvolgente che nel 2014 le persone operino ancora violenza sugli animali deliberatamente, ma soprattutto sono inquietanti le modalità”.

Gun pointed at sad french bulldog head over white background

Le vittime maggiori si riscontrano tra i cani, che troppo spesso vengono picchiati, seguiti da gatti, conigli e piccoli animali. Nonostante la violenza sugli animali aumenti, le condanne sono diminuite: da 1.371 (dato che fa riferimento al Galles e all’Inghilterra) a 1.029.

Resta da chiedersi perché alcune persone, probabilmente prive di qualsiasi morale, non riescano a mostrare un minimo di umanità verso gli amici a quattro zampe, sempre pronti, invece, a dare affetto e offrire il loro sostegno ai propri padroni.