La vicenda che giunge dalle Filippine e più precesamente a Manila,  è di quelle che non possono non suscitare un sentimento di commozione, misto ad empatia.

Nella città, infatti, un bambino ha deciso, all’insaputa dei suoi genitori, di prendersi cura dei cani randagi nei quali si è imbattuto. A scoprire e a raccontare la vicenda ai media è stato il padre di questo giovanissimo amante degli animali.
L’uomo ha raccontato di essersi insospettito quando si è reso conto che il bambino, tutti i giorni, da circa due settimane, usciva di casa dopo aver provveduto a riempire uno zaino.
Resosi conto di come questo comportamento fosse sistematico, e risoluto a scoprire cosa si nascondesse dietro le continue uscite con sulle spalle quello zaino, un giorno ha deciso di seguire il figlio.

Ebbene, l’uomo ha visto prima il bambino fermarsi sul ciglio di una strada e, dopo pochi istanti, dei cani randagi che gli si sono avvicinati senza alcun timore o titubanza.
A questo punto ha chiesto a Ken, questo il nome del bambino, cosa stesse facendo e lui gli ha raccontato che aveva notato questi cani, che erano in cattive condizioni, come testimoniato dai chiari sintomi della rogna, e che ha quindi deciso di prendersene cura portando loro da mangiare.
Il padre, parlando con i media, ha ammesso senza problemi che inizialmente, alla vista dei cani, ha provato un forte disgusto: tale sentimento ha però lasciato il posto allo stupore e alla consapevolezza di essere di fronte a qualcosa di commovente quando ha visto il fortissimo legame che Ken ha stretto con i cani randagi (leggi l’articolo su un’altra commovente vicenda a lieto fine che vede protagonisti i cani randagi).

Per fortuna, come ogni bella storia che si rispetti, è giunto il lieto fine. Infatti ora padre e figlio si prendono cura insieme di questi sfortunati cani. Ma non è tutto, perchè sperano di riuscire, tra qualche tempo, a dare vita e a gestire un vero e proprio rifugio per gli sfortunati animali di strada.

 

 

Roberta Ravelli