La ricerca effettuata dall’associazione Earth afferma che il 40% dei cani domestici è vittima dello stress.

Come riuscire a comprendere se il cucciolo è stressato?

Riconoscere lo stato di stress non è semplice: occorre prestare particolare attenzione al comportamento ed agli atteggiamenti del pet, e soprattutto osservare se si presentano diversi dal solito.

Ogni cucciolo reagisce a suo modo di fronte ad una situazione fortemente emotiva: alcuni diventano iperattivi, altri al contrario vanno incoraggiati con maggiori attenzioni. Se il cane appare meno propenso al gioco e tende a stare sempre più vicino al padrone, sta comunicando probabilmente un segnale di malessere. Il comportamento riflette un’insicurezza che il pet cerca di compensare con la richiesta di contatto con il proprietario. Il cane che morde i mobili in casa, sbadiglia frequentemente o presenta le pupille dilatate esprime alcuni dei segni tipici di un possibile disagio psicologico.

Di fronte al problema dello stress, dopo aver raggiunto la convinzione che l’animale soffre, occorre comprenderne la causa.

 

I motivi che portano il cucciolo ad essere stressato, nella maggior parte dei casi dipendono da cambiamenti avvenuti e che hanno turbato il suo equilibrio interiore.

L’associazione Earth sostiene che “i padroni non sanno educare i loro animali” e che possono assumere dei comportamenti che poi si ripercuotono sullo stato psicofisico dei pets. Earth sostiene che spesso i cani vengono trattati eccessivamente “alla pari”, nel senso che non viene più stabilita una linea di demarcazione netta tra i ruoli di padrone e di pet. In questo modo il cane crede di poter agire con potere assoluto e di non dover sottostare agli ordini del proprietario. Un senso di completa libertà, così come le “umanizzazioni” di cani e gatti, fanno cadere l’animale in uno stato di stress psicofisico.

 

La citata associazione propone ai legittimi proprietari dei cuccioli di far seguire dei corsi base di addestramento  ai pets e di partecipare personalmente ad attività di formazione, per migliorare il comportamento reciproco nei loro confronti ed avere maggiori informazioni riguardo alla sfera della convivenza con gli amici a quattro zampe.