Attualmente sono molte le coppie che desiderano sposarsi in compagnia dei loro amici a quattro zampe e condividere con loro un momento così speciale.

 

Prima di presentarsi con il proprio cane dinnanzi all’altare è necessario chiedere il permesso al parroco celebrante o fare richiesta al municipio di competenza nel caso di nozze civili. Non tutte le location per il ricevimento post cerimonia consentono il libero accesso agli animali; meglio quindi informarsi con largo anticipo circa la fattibilità di questo desiderio.

 

Per poter partecipare al matrimonio il cane deve essere in grado di sostenere contesti nei quali sono presenti tante persone senza incorrere in attacchi di panico: per questo motivo è consigliabile farlo assistere ad appositi corsi di addestramento a partire dai tre o quattro mesi prima del gran giorno, tenuti da professionisti del settore.

In questi ultimi anni sono nati i wedding dog sitter, ovvero delle innovative figure professionali che si occupano di intrattenere il cane durante lo svolgimento del matrimonio. Questi professionisti garantiscono un servizio completo, che va dalla toilettatura prima della cerimonia alla scelta del giusto abbigliamento per il fedele amico. Taluni impartiscono al cane addirittura lezioni di bon ton in vista della partecipazione al matrimonio.

 

Lo scorso 2 giugno in provincia di Lucca, e precisamente a Montecarlo, ad un rito di matrimonio civile un cane di nome Milo non solo ha assistito alla celebrazione ma ha addirittura partecipato in qualità di testimone di nozze, un’assoluta novità su tutto il territorio nazionale.