Dimmi come abbai e ti dirò chi sei.

barking_dog

Da come abbaia un cane si può estrapolare il sesso, l’età, la razza di quell’individuo e il contesto in cui si trova.

Questo è il risultato di una recentissima ricerca che ha messo a punto un sistema di calcolo basato sulla modellazione statistica, in grado di riconoscere diverse caratteristiche del cane (sesso, età, individuale, situazione …) a partire da come abbaia un cane.

Se la comunicazione canina è stata spesso argomento di ricerca dell’etologia negli ultimi dieci anni, la maggior parte degli studi si sono concentrati su come i cani sono in grado di capire le diverse forme di comunicazione umana, per esempio i gesti o la voce.
Questa ricerca mira invece a comprendere i segnali acustici emessi dal cane che abbaia in modo diverso in situazioni differenti.

[Leggi anche: Guida ai vocalizzi del cane: l’etogramma]

Cani razza MudiGli esperimenti sono stati condotti a Budapest con otto cani – tre maschi e cinque femmine – razza Mudi, dall’Ungheria, usati generalmente come pastori. Ogni cane (di età compresa tra uno e 10) ha registrato 100 abbai. Un totale di 800 abbai è stato ottenuto mettendo i cani in sette diverse situazioni:

(A) da solo (il proprietario ha legato il cane ad un albero);
(B) a giocare con una palla;
(C) in lotta (un umano fingeva di attaccare il proprietario del cane;
(D) durante il pasto;
(F), in compagnia di una persona estranea al cane; e
(G) preparandosi ad uscire col padrone.

Ognuno dei 800 abbai era caratterizzato da 29 misure acustiche.

Utilizzando i diversi modelli di calcolo ottenuti dai dati raccolti durante l’esperimento, da come abbaia un cane i ricercatori sono stati in grado di riconoscere con successo il sesso del cane (85.13% delle volte), mentre l’età del cane (ricodificata come giovani, adulti e vecchi) è stato classificato senza errori l’80.25% delle volte. Il compito di individuare la situazione in cui si trovava il cane era riuscito il 55.50% delle volte, mentre il riconoscimento della razza Mudi ha avuto successo il 67.63% delle volte.

Questo studio della Universidad Politécnica de Madrid (UPM) e dell’Eötvös Loránd University di Budapest ((“Barking characterizes dogs as voice characterizes people”) rivela la rilevanza biologica e la ricchezza delle informazioni contenute nel modo di abbaiare di un cane che abbaia e apre nuove possibilità di ricerca. Per esempio lo sviluppo di programmi software in grado di identificare la paura, ansia e livelli di aggressività in un cane possono essere di grande utilità laddove si richiede una valutazione del comportamento canino.

 

Fonte: Universidad Politécnica de Madrid. “Barking characterizes dogs as voice characterizes people.” ScienceDaily. ScienceDaily, 28 May 2015.