Spesso le famiglie decidono di voler ospitare nelle loro case colui che viene definito come il miglior amico dell’uomo: il cane. Ma capita che una volta volta arrivato all’interno della famiglia sorgano problematiche organizzative, caratteriali e anche sociali tra l’animale e l’uomo. Come si possono prevenire?
Semplicemente considerando le necessità della famiglia e le caratteristiche del cane. Dovendo fare una classifica degli aspetti legati alla famiglia potremmo prendere in considerazione:
-Spazi disponibili;
– Età dei componenti della famiglia;
– Tempi a disposizione da dedicare all’animale;
Se invece si dovessero passare in rassegna le caratteristiche del nuovo amico, andrebbero considerati:
– Taglia;
– Indole;
– Genitori;
A questo proposito ci si può avvalere della classifica ufficiale che divide le razze in 3 macro-arre:
CANI DA COMPAGNIA: che di solito sono mansueti e pacati e possono talvolta essere utilizzati anche per scopi terapeutici. Sono indicati per stare accanto ad anziani e bambini, ma anche a coloro che non hanno uno stile di vita molto dinamico. Tra queste razze possono essere indicate il Volpino, il Barboncino e il Carlino. Non dimentichiamo anche il Boxer che però deve stare a contatto coi bambini quando entrambi sono ancora sufficientemente piccoli.
CANI DA GUARDIA: sono quelli che richiedono maggiori attenzioni soprattutto per quanto riguarda l’investimento iniziale cioè l’addestramento. Chi sceglie di adottare un cane come il Pastore Maremmano o il Rottweiler non può permettersi di non addestrarli poichè sono cani che tendono a riconoscere la famiglia come facente parte del proprio branco cercando di avere il controllo su di esso. Qualora dovessero riconoscere all’interno del nucleo un individuo che gli pare nemico sarebbe difficile riuscire a fargli cambiare idea. Questo potrebbe essere pericoloso.
CANI DA CACCIA: Sono animali dall’indole molto docile, sono giocherelloni e allegri e soprattutto adatti a stare con i bambini. Ne fanno parte i Setter, i Levrieri, i Retriver e anche lo Spinone. Bisogna però considerare che alcuni di essi possono raggiungere dimensioni notevoli quindi è sconsigliato tenerli in ambienti troppo limitati.
Conoscere poi i genitori del cucciolo a cui si è interessati è importante perchè permette di capire quali potrebbero essere i pregi e i difetti del futuro amico, inoltre potrebbero essere garanzia di salute del cane stesso.
Esistono quindi tanti modi per fare la scelta giusta.