Prendersi cura di un cucciolo non è cosa da poco, per mantenere sano e attivo il nostro amico a quattro zampe bisogna scegliere con una certa cura gli alimenti da fargli consumare, in maniera tale da garantirgli una dieta bilanciata ed equilibrata che gli permetta di restare in salute e in perfetta forma.

La dieta di un cane varia in base ad alcuni fattori ossia l’età, il sesso e lo stile di vita; inoltre ha valenza anche la razza a cui essi appartengono: cucciolo o anziano, da passeggio o da caccia, labrador o bassotto sono tutti fattori che fanno la differenza sul tipo di cibo e sulle relative quantità che il nostro Fido deve consumare per restare in salute.

Anche le proporzioni fra i vari elementi nutritivi devono essere equilibrate; ad esempio le proteine, che sono alla base dell’alimentazione del cane, devono aggirarsi attorno al 20% nel caso di un singolo pasto giornaliero. La situazione ovviamente può variare se consideriamo la gravidanza di una femmina, oppure se si fa riferimento a cuccioli o cani anziani. Diverso è il discorso per gli zuccheri, che servono a regolare la flora batterica, ma non tutti vengono assimilati con semplicità. I famosi glucosio e saccarosio non costituiscono un problema, mentre il lattosio non viene digerito con semplicità dai nostri amici. Di vitale importanza sono le vitamine, in special modo per i cuccioli e le femmine in gravidanza ed allattamento. Anche se non tutte le vitamine riescono ad essere sintetizzate dal cane, alcune devono essere assunte, in modo tale da evitare malattie. I grassi non devono superare in 10% visto che, come per gli uomini, portano solo ad uno stato di obesità che causa malattie ed invecchiamento precoce dell’animale. Ultimi, ma non per questo meno importanti, sono i minerali presenti un po’ in tutti gli alimenti e di vitale importanza durante la gravidanza e per i cuccioli.

Tra gli alimenti più importanti a fare da padrone c’è la carne che non deve mai mancare nei pasti giornalieri in quanto contiene proteine, vitamine e grassi per lo sviluppo ed il mantenimento dell’animale. Molto importante è anche il pesce che fornisce molte proteine, ma meno grassi, risultando quindi essere meno energetico, e che va servito rigorosamente senz’alcuna lisca e cotto.
Alimento completo è il latte che però, anche essendo un cibo altamente benaccetto da Fido, non sempre risulta essere assimilabile visto che può portare l’animale ad avere problemi intestinali. Le proteine possono essere anche assunte dal cane attraverso le uova: l’albume va cotto, mentre il tuorlo può essere consumato crudo e contiene anche vitamine e grassi.

Ciò che proprio non può mancare nella dieta del cane sono le verdure, necessarie per la regolazione dell’attività intestinale, che devono essere consumate solamente dopo una lunga cottura, anche se ciò fa perdere all’alimento buona parte delle vitamine.
I cereali sono tra gli elementi migliori da associarsi ad altri elementi, ed il riso ne fa da padrone.

Vi sono infine i grassi vegetali che sono altamente presenti nell’olio di semi e d’oliva. I grassi animali non vanno aggiunti in quanto già presenti nelle giuste dosi nella carne.