“Belle & Sebastien” è il titolo del film che, con la regia di Nicolas Vanier, è uscito nelle sale il 30 gennaio.
Ispirato ai cartoni animati degli anni ’80 e al racconto di Cécile Aubry, narra la storia dell’amicizia che nasce tra il piccolo Sebastien e la cagnolona Belle, splendido esemplare della razza francese dei Cani da montagna dei Pirenei.

E’ questa una razza antichissima. Fa parte dei Grandi Cani Bianchi, gruppo di razze molossoidi importate in Europa dalle popolazioni asiatiche che si stabilirono sui Pirenei, e più precisamente sul versante francese della catena montuosa che divide appunto la Francia dalla Spagna.
Verso il 1300 questi cani da montagna vengono ricordati in un testo dell’epoca come ottimi guardiani per le greggi.
Nel XVII secolo, per merito del principe ereditario francese che se ne innamora, diviene la razza preferita dalla nobiltà di quel periodo.

Questo cane ha un fisico possente, i maschi, infatti, possono raggiungere gli ottanta centimetri di altezza al garrese. Il colore predominante del mantello è il bianco, ma si trovano anche esemplari con macchie grigie o del cosiddetto color lupo. Il pelo è abbondante e soffice e forma una specie di pennacchio sulla coda.

I Cani da montagna dei Pirenei si affezionano moltissimo al loro proprietario e agli altri componenti la famiglia con la quale vivono, tanto da poter diventare aggressivi nei confronti di persone estranee, specialmente se credono non siano graditi al padrone. Sono molto intelligenti e portati naturalmente a difendere il territorio.
Hanno un carattere molto indipendente, quindi vanno educati con fermezza ma non con cattiveria. Non sono adatti a vivere in un appartamento ma hanno bisogno di stare in compagnia, per non chiudersi in se stessi e diventare potenzialmente violenti. Se addestrati con dolcezza si rivelano, anche se un poco ingombranti, ottimi cani da compagnia.

Ritornando al film, che è patrocinato dall’OIPA, Organizzazione Internazionale Protezione Animali, bisogna ricordare che per ogni biglietto venduto tra il 30 gennaio ed il 28 febbraio nei cinema del circuito UCI, verranno devoluti dieci centesimi per il salvataggio dei cani senza famiglia e per combattere il randagismo, purtroppo ancora presente nelle regioni del Sud dell’Italia.