L’urina del proprio cane sui vestiti o sulle scarpe, in angoli della casa o in giardino, è una spiacevole situazione piuttosto comune soprattutto per i cuccioli per gli esemplari in giovane età.

Questo comportamento è causato dall’ ansia di separazione (descritta nell’articolo Ansia da separazione del cane), forte stress emotivo o per problemi di salute fisica. Solitamente si tratta di un’abitudine che il cucciolo abbandona dopo i primi sedici mesi di vita, ma se dovesse continuare a lasciare la propria urina su vestiti e scarpe diventa allora necessario adottare alcuni provvedimenti.

 

L’urina sui vestiti e le scarpe del padrone è un “auto-calmante” del pet per rassicurarsi. Non è quindi un bene rimproverare troppo il cane quando è ancora piccolo; meglio educarlo ad un comportamento adeguato, con precauzioni per evitare che il cucciolo lasci la sua urina dove non gli è consentito.
Se il problema persiste anche nella fase adulta, è bene consultare un veterinario o un educatore per cani.

 

Un cambio di abitudini o dell’ambiente circostante potrebbe essere la causa dello stress del cane, che potrà depositare la sua urina sulle scarpe del padrone per sfogare la propria tensione e stabilire la sua autorità e rivendicare il proprio territorio. In questo caso è dovere del padrone cercare di mantenere un equilibrio stabile e proseguire con le abitudini di routine come passeggiate quotidiane o manifestazioni di affetto per non turbare troppo il cane.

 

L’urina sui luoghi insoliti potrebbe essere imputabile ad un’infezione del tratto urinario. Il cane vuol segnalare questo suo malessere facendo la pipì in luoghi dove il padrone è costretto a focalizzarsi sul suo comportamento anomalo. Altri posti dove potrebbe urinare per segnalare questo disagio fisico sono il lavabo o i lavandini del bagno, soprattutto se il cane è di taglia piccola. Altre volte i cani cercano elementi morbidi, come vestiti, asciugamani e lenzuola impregnate dell’odore del proprietario, per sentirsi sollevati dal dolore provato.
In questo caso si consiglia di consultare il veterinario.