«Gli voglio un gran bene. Capisco obiettivamente che è brutto. Ma che dire? Io lo trovo bello». Queste le parole di Holly Chandler, proprietaria di Peanut, vincitore del titolo di cane più brutto del mondo!

 

Eppure Holly deve essere almeno in parte cosciente del singolare aspetto del suo amico a quattro zampe, perché ha attraversato l’intero continente nord-americano, dalla Carolina del nord fino a San Francisco, per iscrivere il suo piccolo al concorso di bruttezza.

 

 

Peanut
Peanut ha vinto il premio come cane più brutto

 

 

Al vincitore della ventiseiesima edizione della gara, tenutasi durante la fiera di Sonoma Marin, oltre alla coppa di più brutto, anche un premio di 1500 dollari. A contendersi il premio ben 29 esemplari e tra i primi 5 posti si è posizionato anche qualche cane dall’aspetto davvero particolare, come Willie Bean, che ha un solo occhio ed è addirittura sdentato.

Insomma sbaragliare la concorrenza non è stato di certo facile per Peanut, che oltre alla sua bruttezza ha una cosa ben più importante in comune con tutti gli altri partecipanti: il grande amore che i proprietari hanno nei loro confronti!

 

E infatti la gara non è nata per prendersi gioco dell’aspetto di questi strani esemplari, ma per dare importanza anche a loro e celebrarli: il premio è davvero seguitissimo e capita spesso che il vincitore si aggiudichi anche qualche ricco contratto pubblicitario.

La bruttezza non deve essere discriminata, anche questi cani vanno festeggiati, perché ognuno di loro si merita di essere amato proprio come coloro che godono di un perfetto pedigree!

 

 

Roberta Ravelli