Steve Greig dopo la dolorosa scomparsa del suo cane, aveva deciso di non adottare mai più animali domestici. Un giorno improvvisamente dopo aver cambiato idea, ha deciso di andare in visita al canile di Denver, in Colorado, con la speranza di regalare ad un altro cucciolo una vita migliore.

Il lutto aveva reso Greig più sensibile al dolore altrui, così aveva chiesto ai proprietari del canile di indicargli quali fossero gli amici a 4 zampe che più difficilmente vengono adottati. Come spesso succede, si trattava dei cani più anziani. Spinto dall’intenzione di portare felicità agli sfortunati cagnolini, nel giro di poco tempo Greig ha adottato non uno, ma ben 10 cani anziani e la sua vita è cambiata in meglio. Oggi si sveglia alle 5 del mattino per preparare la colazione per la sua grande famiglia, ed il resto della sua giornata viene riempito da lunghe passeggiate al parco, appuntamenti dal veterinario e tanto amore.

Greig afferma che i cani di una certa età sono più saggi e hanno una personalità più definita rispetto a quelli più giovani. Queste caratteristiche rendono più semplice la convivenza e la relazione sia con gli umani sia con gli altri ospiti della casa: un maialino, due papere, dei gatti e qualche gallina.

Al momento, Greig non ha più spazio per adottare altri cani, anche se spera di poterlo fare ancora in futuro. Ha lanciato su Instagram una campagna di sensibilizzazione per l’adozione di animali anziani e meno fortunati, dove pubblica tante foto dei suoi nuovi amici: il profilo ha raccolto già tantissimi fan. È proprio vero che l’amore per gli animali non ha limiti di età.

gregcani