In Italia esiste una scuola per cani che rappresenta uno dei vanti di tutto il settore della cinofilia italiana. Si tratta delle scuola per cani bagnini dell’Idroscalo di Milano che è ritenuta da tutti gli esperti del settore una delle migliori del mondo. Durante quest’anno sono stati otto gli esemplari ad aver ottenuto il diploma di salvataggio e, come già successo in passato, c’è da stare sicuri che i cani abilitati saranno richiesti nelle spiagge di mezzo mondo.
L’anno scorso, ad esempio, un cane addestrato proprio all’Idroscalo ha salvato dal mare di Malibù una donna dal peso superiore al quintale e mezzo. I cani da salvataggio, del resto, riescono a sviluppare prestazioni fisiche notevolissime: un singolo cane può trainare un battello contenente fino a trenta persona e può nuotare per oltre quattro chilometri.
La sezione addestramento dell’Idroscalo di Milano è riconosciuta anche a livello ministeriale, dal momento che i cani soccorritori fanno parte a tutti gli effetti della sezione di Protezione Civile.
Il progetto della scuola all’Idroscalo ha origine nel 1989, quando Ferruccio Pilenga e il suo terranova Mas iniziarono ad accompagnare motovedette ed elicotteri da soccorso acquatico. Il loro contributo alle operazioni si rivelò determinante in parecchie occasioni ed in breve tempo la coppia riuscì ad ottenere l’autorizzazione ufficiale al soccorso dalla Guardia Costiera e dalla Capitaneria di Porto. Da qui all’apertura della scuola all’Idroscalo il passo fu parecchio breve. Oggi la scuola conta circa 350 cani bagnini diplomati attivi su tutto il territorio nazionale e anche all’estero.
Naturalmente le prove di selezione sono parecchio selettive: il primo fondamentale requisito è che cane e padrone abbiano un ottimo feeling, necessario affinchè la coppia superi insieme tutte le difficoltà derivanti dall’addestramento.
Purtroppo, però, esiste anche gente malsana che non apprezza l’impegno profuso da questi splendidi animali per salvare le vite umane. Lo scorso mese di settembre sono stati avvelenati due cani bagnini dell’Idroscalo; un gesto folle attuato da persone evidentemente squilibrate. In seguito a questo triste evento, la sorveglianza all’Idroscalo è stata intensificata, ma la speranza è che si tratti di un gesto isolato che non avrà alcun seguito.