Far jogging con il cane renderà più felici e più sani sia voi che il vostro fedele amico a quattro zampe. Ma è utile sapere esattamente cosa fare e cosa non fare, per godere al meglio dei benefici che questa esperienza può regalare a entrambi.

(foto dal web)
(foto dal web)

Infatti, anche se i cani adorano correre e giocare col proprio padrone, e sebbene dimostrino sempre grande energia ed entusiasmo, non bisogna sottovalutare certi rischi e trascurare alcune importanti precauzioni.

SI: verificare la forma fisica del cane
Proprio come gli esseri umani, gli animali domestici hanno spesso un problema di sovrappeso (per esempio, si stima che il 52% dei cani americani siano obesi). Camminare o correre con il cane al guinzaglio è un modo per permettere anche a lui di muoversi di più e consumare più calorie. Ma non tutti i cani sono subito in grado di affrontare delle lunghe corse o interminabili passeggiate. Date loro del tempo per allenarsi un po’ per volta!

NO: pensare che il vostro cane non possa avere problemi di salute
Prendete in considerazione i seguenti aspetti: i cuccioli e i cani anziani possono avere problemi articolari, a causa dei quali tendono a rallentare durante la corsa. I cani con le gambe corte possono non essere in grado di tenere il passo al ritmo desiderato, mentre le razze più grandi sono soggette a displasia dell’anca, che può portare a forme più o meno gravi di artrite. E se il vostro amico peloso è un chihuahua, un bulldog, o un altro cane col naso piatto e schiacciato (noti anche come razze brachicefale), sappiate che essi tendono ad avere le vie aeree parzialmente ostruite, il che rende più difficile la respirazione quando corrono.

SI: programmare una visita dal veterinario
Un veterinario è in grado di fornire consigli su ciò che è sano e sicuro per il vostro cane. Anche se siete certi che il vostro cucciolo stia bene, il dottore può consigliare aggiustamenti dietetici più idonei all’esercizio che sta affrontando.

NO: iniziare a correre (intensamente) quando il cane è troppo giovane
Correre su superfici dure può danneggiare le articolazioni e le ossa di un cucciolo; esse infatti non sono ancora completamente formate.

SI: prima della corsa, il riscaldamento
Il riscaldamento dei muscoli è indispensabile sia per voi che per il vostro cane. Per esempio, potreste dare al vostro cane la palla di pelo prima di iniziare, in modo che si scaldi muovendosi un po’.

NO: dimenticare lo stick che li protegge dalle zecche
Proteggere i cani dalle zecche e, dopo ogni corsa attraverso boschi o nell’erba, ispezionarli ed eventualmente rimuovere subito le zecche. Se capite che il vostro cane è stato morso, chiamate il veterinario per sapere come comportarvi.

SI: addestramento. Insegnare al cane ad ubbidire almeno a dei semplici comandi.Ovvio il perché: dovete avere sempre la situazione sotto controllo.

NO: lasciarsi tirare dal cane
Si può utilizzare un guinzaglio da 4 a 6 metri; un guinzaglio più lungo di così può comportare dei problemi, dal momento che probabilmente si desidera allenare il proprio Fido a stare al proprio fianco.

SI: programmare delle pause per permettergli di bere
Si consiglia di fermarsi ogni 10 minuti, almeno fino a quando non si ha un’idea più precisa delle reali esigenze del cane, soprattutto in caso di tempo soleggiato o molto caldo. Occorre portare un contenitore dal quale il cane può bere, come una ciotola pieghevole o una bottiglia con un beccuccio speciale per i cani. E, giacché siamo in tema: mai condividere il proprio Gatorade!

NO: correre quando fa troppo caldo
I cani soffrono il caldo più degli esseri umani, dal momento che hanno pellicce pesanti e non sudano. Quindi è importante fare molta attenzione. I cani a pelo lungo possono sentirsi più freschi in estate dopo un taglio del pelo, ma non esagerate, dal momento che il pelo protegge anche contro le scottature.

Correte dove c’è ombra, quando possibile, ed evitare l’asfalto caldo, o la sabbia, che possono bruciare le zampe dei cani.

SI: controllare le zampe del vostro cane
Controllate le zampe quando tornate da una corsa, per assicurarvi che non abbiano subito tagli o ferite,

NO: ignorare i segnali che il cane vi manda 
Durante e dopo la corsa, guardare il vostro cane per individuare eventuali segnali che potrebbe mandare, per esempio a causa di colpi di calore e sforzi eccessivi: debolezza, vomito, diarrea.. Se sta ansimando al punto da non riuscire a riprendere fiato, se si ferma e si rifiuta di continuare, non lo forzate!

Infine… SI, SI, SI: divertitevi!