A chi sei più legato in famiglia, al cane o alla suocera? Ovvio, all’amico a quattrozampe!
Questa è una delle evidenze che emerge da un sondaggio per Melatan svolto in Gran Bretagna.

cane e uomo

I pets hanno battuto le suocere di un punto: il 22% del campione ha dichiarato di vedere il cane come componente prossimo della famiglia, mentre la madre della moglie (o compagna) resta al 21%.

Un dato che fa sorridere ma è significativo, perché testimonia un cambio nelle dinamiche relazionali della famiglia inglese, e forse in generale in quella occidentale europea. Non tanto per l’amore per le suocere, quanto per il ruolo crescente per il cane all’interno delle case, ora davvero considerato come un membro della famiglia.

Chiedendo agli intervistati quale fosse l’augurio per i parenti stretti, la risposta più gettonata è stata “la loro felicità”, scelta dal 35% e seguita dalla speranza di “salute”, indicata dal 25%, mentre si assesta al 6% il desiderio che abbiano “abbastanza soldi”.
Mark Earls, esperto in problematiche comportamentali, ha commentato: «Gli animali domestici arricchiscono la famiglia moderna e sono considerati tanto importanti quanto i parenti prossimi e gli amici. I cani, poi, sono amati molto di più rispetto ad altri animali, essendo creature socievoli, che apprezzano il sentirsi parte di una cerchia famigliare».

Earls ha anche aggiunto: «Contrariamente a quanto pensano coloro che hanno versato lacrime sul declino della famiglia come colonna portante della nostra società, essa è viva e vitale, si è solo evoluta in altre formule e formati, tra cui il modello che vede uno o più adulti con i propri figli, affiancati da quelli avuti in precedenti relazioni».