Capita spesso che il proprio cane faccia il dispettoso e si cacci nei guai, combinando qualche disastro in casa.

Piante sradicate dai vasi, cuscini fatti a pezzi, oggetti masticati… queste sono solo alcuni dei dispetti di cui sono artefici gli amici a quattro zampe. Ecco, in proposito, arrivare dall’america le cosiddette “shame punishments”, punizioni della vergogna.

Solitamente negli Stati Uniti sono usate dai genitori per far comprendere ai propri figli gli sbagli commessi  e consistono nel farli andare in giro con dei cartelli appesi al collo, sopra i quali viene scritto ciò di cui sono responsabili.

Se usati con il nostro cane dispettoso possono rivelarsi davvero divertenti! Eccone alcuni esempi:

 

punizione cane 1
“Mangio gessetti colorati e faccio arcobaleni”

 

punizione cane 2
“Questa tenda della doccia era troppo lunga, così l’ho sistemata”

 

punizione cane 3
“Sono entrato nella dispensa e ho nascosto le patate intorno alla casa”

 

punizione cane 4
“Ho ucciso Yoda. La forza era con me”

 

punizione cane 5
“Sono saltato nell’auto di uno sconosciuto e gli ho mangiato un hamburger”

 

 

Roberta Ravelli