caniparole

Per i cani conta ciò che dici, e come lo dici, è stato studiato che il loro cervello comprende significato e intonazione delle parole in modo simile a quello umano. E solo quando questi due elementi corrispondono i nostri complimenti hanno effetto. Da oggi quando lodate o fate un apprezzamento al vostro cane, metteteci enfasi: per il migliore amico dell’uomo, l’intonazione di ciò che diciamo conta tanto quanto il significato. È stato provato che il cervello dei cani processa tono e semantica del linguaggio in maniera analoga a quello umano, e i complimenti che rivolgiamo a questi animali attivano la ricompensa solo quando sono in linea con il modo in cui li pronunciamo.

La scoperta è stata pubblicata su Science e sembra suggerire che in un ambiente ricco di parole, come quello a cui sono esposti i cani domestici, anche un animale non in grado di parlare è capace di collegare al suono di un termine una specifica rappresentazione di significato.