Lei, Nina Pham, è l’infermiera di Dallas che stava curando il paziente liberiano poi deceduto per ebola e, per questa ragione, si è ammalata ed è stata messa in isolamento.

Ebola

Lui, Bentley, è un cane, un Cavalier King Charles Spaniel, allonanato da casa dopo il contagio della sua padrona e lasciato in quarantena per verificare se avesse contratto il terribile virus.
Due storie vicine, che si intrecciano e che, fortunatamente, hanno entrambe un lieto fine: l’infermiera è stata dimessa dal National Institutes of Health Hospital del Maryland, dato che i sintomi dell’ebola sono passati da una settimana, mentre il cane è risultato perfettamente sano e dunque è potuto tornare in libertà.

 

Ieri, nel corso di una conferenza stampa, Nina ha potuto riabbracciare il suo cane, che era agitatissimo per la gioia di rivedere la sua padrona.
Una grande emozione, ed un messaggio forte per quelle autorità spagnole che decisero di sopprimere il cane della malata di Ebola per la paura del contagio.