La sintonia che si crea tra un padrone ed il suo amico a 4 zampe nasce dall’amore reciproco. L’arrivo di un bebè non deve spingerci a mettere da parte l’animale, e soprattutto non deve mai significarne l’abbandono. Il nostro cane, o gatto, avrà bisogno di rassicurazione: dovremo quindi dargli più attenzioni del solito e tanto affetto.

Prima dell’arrivo del bebè, il vostro animaletto era al centro di continue attenzioni. È dunque comprensibile che inizialmente possa provare un sentimento di rivalità verso il cucciolo d’uomo. Questa negatività dovrà venire tamponata con disciplina e affetto. La mancanza di disciplina porterebbe il nostro animale a stressarsi eccessivamente.

Il giusto modo d’impartire la disciplina al vostro animaletto si potrà facilmente imparare attraverso libri e video su internet. Se dopo mesi di tentativi, ancora non riuscite a farvi obbedire, chiedete consiglio al vostro veterinario, o eventualmente fate ricorso ad un dog trainer. È dunque bene cominciare a prepararsi per il grande giorno con largo anticipo. Dopotutto, abbiamo 9 mesi!

Durante l’attesa, dovrete dedicare quotidianamente un po’ di tempo alla rieducazione del vostro quadrupede. Innanzitutto, dovete ristabilire il vostro dominio in casa, riconquistando il vostro divano, il vostro letto e qualsiasi altro oggetto “per umani” di cui l’animaletto si serve. Sarà bene insegnargli a mantenere le dovute distanze con gli ospiti, pur restando docile ed amichevole. È importante fargli capire che siete voi il padrone, ma non dovrà mai obbedirvi per paura d’essere punito. Così facendo imparerà ad amare non solo voi, ma anche il bebè.

Se il bebè nasce in ospedale, utilizzate questo lasso di tempo per familiarizzare l’animale con il nuovo odore. Portate a casa una copertina o un bavaglino, e fategliela annusare tenendolo a distanza. Questo lo aiuterà a capire che ogni cosa che porta quell’odore è “vostra”, inducendolo così a rispettare il bebè. Insegnateli che la stanza del piccolo è vostro territorio: può entrarci solo se ci siete voi, e deve uscire quando lo volete voi. Lo stesso atteggiamento dovrà essere tenuto il giorno in cui il bebè verrà portato a casa: è consigliabile far giocare il vostro animale a lungo, in modo da fargli consumare gran parte dell’energia. Solo successivamente potrete fargli annusare il bebè da lontano, e col passare del tempo accorcerete le distanze.

La presenza del bebè a casa non dovrà impedirvi di trascorrere del tempo con il vostro animale: passeggiate con il cane, o giocate con il gatto. Coccolateli e premiateli ogni volta che si comportano correttamente. Un comportamento sbagliato, invece, dovrà essere corretto, ma mai punito. È normale che possiate incorrere in qualche problema, ma non dovrete preoccuparvi esageratamente. La maggior parte degli animali si abitua facilmente e naturalmente ad un bebè.