Il vomito del cane crea sempre uno stato di ansia e di apprensione nel proprietario dell’animale che non sa come intervenire: sarà un semplice meccanismo di difesa dell’organismo, oppure si tratta di un sintomo da non sottovalutare e che potrebbe nascondere patologie importanti?

Little sad dog
Little sad dog

Il vomito del cane non sempre è uguale per colore, in particolare sembra allarmare molto quello di colore giallo, immediatamente associato dai proprietari alla possibilità che la bestiola abbia ingerito sostanze tossiche o velenose.

Fortunatamente non è così. Il più delle volte il cane che vomita giallo ha solo bisogno di una diversa dieta alimentare.

Nella maggior parte dei casi si tratta infatti di un vomito gastrico, giallastro-marroncino e privo di avanzi di cibo, legato prevalentemente ad errori nutrizionali.

Proviamo, prima di tutto, a evitare di somministrare al cane un unico pasto giornaliero. L’apparato gastro enterico dell’animale potrebbe infatti venire particolarmente sollecitato da un’eccessiva produzione di succhi gastrici.

La medesima quantità di cibo, suddivisa in due o tre razioni giornaliere dovrebbe già risolvere il problema.
Un altro suggerimento che potrebbe rivelarsi efficace è quello di alimentare il cane, fra un pasto e l’altro, con bocconi di pane raffermo o comunque con alimenti solidi in grado di contrastare l’eccesso di succhi gastrici e spezzare il digiuno.

Anche sperimentare una dieta diversa può dare dei vantaggi, aumentate magari la dose di crocchini a scapito di quella delle scatolette.

Assolutamente da evitare, invece, la somministrazione “fai da te” di medicinali, così come quella di latte.

Se malgrado questi accorgimenti il cane dovesse continuare a manifestare il disturbo in questione e, soprattutto, se il vomito giallo non fosse più episodico ma diventasse frequente e protratto per più giorni consecutivi, mettete in conto che il cane potrebbe soffrire di una vera e propria forma di gastrite.

Per evitare che l’ animale si disidrati lasciategli sempre a disposizione dell’acqua fresca e consultate il vostro veterinario che, valutata la situazione, deciderà se somministrare farmaci antivomito o sottoporre l’animale a una serie di esami diagnostici.