‘Prevenire è meglio che curare’. Questo importante assioma ‘umano’ è altrettanto valido anche per la salute del nostro cane. Ma come ottemperare a questo dictat? Semplice, con alcuni facili ma importanti comportamenti da seguire.

(foto dal web)
(foto dal web)

L’aspetto principale nella cura di un cane è rappresentato dalla visita regolare dal veterinario, che deve essere eseguita almeno una volta all’anno. E’ importante che il cane venga seguito sempre dallo stesso veterinario: scegline uno preparato e scrupoloso, in grado di riconoscere i sintomi all’origine ed intervenire in maniera pronta. Importante è anche sottoporre il cane ad analisi come quelle delle urine, delle feci e del sangue, per escludere malattie croniche o in fase di incubazione, come ad esempio la leishmaniosi.

Sempre il veterinario potrà sottoporre l’animale alle vaccinazioni, alcune a cadenza annuale, altre fatte in maniera estemporanea, che proteggeranno il cane dalle più comuni malattie, molte delle quali hanno un’evoluzione grave se non mortale.

Altra importante abitudine è rappresentata dalle frequenti visite al toilettatore, che prevengono problemi al pelo ed alla cute, sempre più diffuse nella popolazione canina e in particolare in alcune razze. Dal toilettatore potranno essere tagliate anche le unghie, che altrimenti potrebbero crescere eccessivamente aumentando i rischi di infezione.

Molto importante risulta essere anche un’adeguata alimentazione. Innanzi tutto i cani devono essere nutriti almeno due volte al giorno, altrimenti si aumenterebbe il rischio di problematiche a carico dell’apparato gastro-intestinale, alcune delle quali anche molto serie come la torsione gastrica. Una particolare attenzione deve essere rivolta anche al tipo di alimenti che dovranno essere variati in funzione della razza, delle condizioni di salute e dell’età. Affidati all’alimentazione suggerita dal veterinario ed evita le golose pappe del “fai da te”, a meno che non vengano seguite ricette ideate per la situazione specifica del cane.

Una delle problematiche principali  del cane è rappresentata dalla parassitosi (acari, pulci e zecche). In questo caso la prevenzione è rappresentata dall’impiego costante di antiparassitari (in fiale cutanee o collari), oltre che dall’impiego di shampoo appositi, in grado in molti casi di fungere da repellenti per insetti (ad esempio i flebotomi vettori della leishmaniosi).

Il cane potrà andare incontro ad eventi di tipo traumatico; in questi casi è importante avere a disposizione un adeguato kit di pronto intervento che dovrà contenere: garze, disinfettante, bende e cerotto di fissaggio, pomata antibiotica e, nel caso di cani allergici e sotto controllo veterinario, cortisonici atti a bloccare l’anafilassi.