Molti padroni consentono ai loro cani di salire tranquillamente sul divano o sul letto. Questa abitudine è assolutamente sbagliata per diversi motivi.
Innanzitutto bisogna tener conto del profilo psicologico del cane: i luoghi dove ci sediamo o dormiamo noi sono visti dal cane come la nostra cuccia. Concedergli di invadere il nostro territorio metterà in discussione il nostro ruolo di capobranco. Non è infatti difficile vedere cani tranquillamente accucciati sul divano che, all’avvicinarsi del padrone che reclama il posto, iniziano a ringhiare per proteggere quello che è diventato il loro spazio.
Inoltre ci sono anche motivazioni igieniche e pratiche: il tessuto assorbe l’odore del cane e la superficie dove il cane si sdraia si riempirà di peli che ci rimarranno attaccati quando andremo noi a sederci.
L’abitudine di non salire sul divano o sul letto dovrebbe essere insegnata al cane fin da cucciolo. Non bisogna lasciarsi intenerire da un cucciolo che cercherà di raggiungere il proprio padrone nel giaciglio dove riposa. Un secco “no” dovrebbe essere sufficiente. Se il comportamento verrà corretto dalle prime volte che proverà a farlo, il cucciolo non ci proverà più. Se invece si sorprende il cucciolo sul divano o sul letto, nel caso non sia sufficiente sgridarlo per farlo scendere, dovremo prenderlo di peso e poggiarlo a terra.
Una volta fatto questo, si può utilizzare un premio rafforzativo. Ci sediamo sul letto o sul divano e invitiamo il cane a sedersi davanti a noi. Una volta eseguito l’ordine lo premieremo. In questo caso il cane capirà che il premio arriva quando non prova a salire.
Diverso il discorso in un cane adulto. Se l’abitudine è consolidata sarà molto difficile correggerla, ma si può provare quantomeno a limitarla. Teniamo presente che un cane adulto potrebbe reagire all’invito di andare giù dal letto anche ringhiando. Qui bisogna usare la psicologia: bisogna far scendere il cane con qualcosa che gli piace (come un bocconcino) e una volta sceso lo premieremo. Lo inviteremo più volte a salire e scendere, ma lo premieremo solo quando compirà l’atto di scendere. Poi si può passare alla seconda fase già citata in precedenza: padrone sul divano e cane seduto per terra e anche in questo caso verrà premiato.
In questo modo, se proprio non riusciremo ad eliminare del tutto l’abitudine in un cane adulto, potremo almeno insegnarli a scendere dal divano al nostro comando.