E’ importante imparare a prendersi cura del proprio amico a quattro zampe. Può rendersi necessario somministrare un farmaco al nostro cane. Come fare?
Se si tratta di una compressa, di una capsula o di un confetto le possibilità sono due. La prima consiste nel nascondere la medicina all’interno di un bocconcino di un alimento a lui molto gradito. In un solo boccone sarà felice di aver contribuito alle sue cure, senza neanche essersene reso conto. Ma se il farmaco ha un sapore particolarmente forte o sgradevole, neanche mascherare il suo sapore nel cibo può essere sufficiente. Sarà necessario somministrare così la pillola con la forza. E’ indispensabile che l’animale sia tranquillo perché, se nervoso, certamente non apprezzerà la pratica leggermente invasiva che starete per eseguire. L’operazione, che va eseguita nel minor tempo possibile per evitare di infastidire l’animale, consiste nell’aprirgli la bocca ed infilare la compressa cercando di arrivare quasi in gola. Successivamente si chiuderà la bocca del nostro amico e con un piccolo massaggio alla gola, che gradirà, si favorirà la deglutizione. In questo modo si eviterà che conservi la compressa in bocca per sputarla appena possibile. Se invece il farmaco è liquido possiamo utilizzare un contagocce e provare a far leccare lo strumento al cane che potrebbe considerare l’operazione come un gioco. In alternativa si può provare o con le siringhe, ovviamente prive di ago, o con le pompette di gomma. Un discorso a parte va fatto per i farmaci a somministrazione parenterale. Potrebbe essere necessario iniettare la medicina in vena oppure sottocute. Nel primo caso, il consiglio è quello di rivolgersi al proprio veterinario di fiducia, nel secondo caso l’operazione non è poi così complessa. Basta semplicemente sollevare una parte della cute dietro il collo dell’animale, disinfettare e introdurre l’ago parallelamente alla direzione della spina dorsale, con la parte dell’ago verso la testa e non verso la coda. Infine le gocce per le otiti semplicemente vanno lasciate cadere nei condotti auricolari e far seguire l’operazione da un bel massaggio così che successivamente il cane, scuotendosi, non si liberi del farmaco.