Per la salute del proprio cane, oltre alle consuete visite veterinarie e alle vaccinazioni di rito, è bene prendersi cura della sua bocca e dei suoi denti. L’igiene orale, infatti, è un fattore fondamentale per il suo benessere e per quello della famiglia che lo ha adottato: denti sani e bocca curata sono sinonimi di assenza di alitosi, fenomeno purtroppo diffuso nel mondo degli amici a quattro zampe. Ecco, dunque, una serie di consigli utili e molto semplici da seguire per fare in modo che il nostro cane conservi il più a lungo possibile una dentatura perfetta.

Innanzitutto è fondamentale la scelta del cibo: l’umido a lungo andare provoca tartaro sull’arcata dentaria in quanto si deposita facilmente tra un dente e l’altro. Meglio, dunque, dare al nostro amico del cibo secco sotto forma di crocchette che lo aiuteranno a “spazzolare” i denti grazie alla loro azione abrasiva ed a rimuovere la placca in maniera più efficace.
Evitate accuratamente di somministrare il vostro cibo al cucciolo: gli zuccheri ed il sale in esso contenuti danneggiano non solo la salute del suo organismo, ma si accumulano inevitabilmente sulle sue gengive procurandogli, con l’andare del tempo, problemi fastidiosi sino alla perdita dei denti.

Occorre poi scegliere con cura anche i giochi per il suo divertimento: abituandolo a giocare con delle robuste corde, non solo manterrà forti e saldi i suoi denti, ma le stesse avranno anche in questo caso la funzione di evitare il sedimentarsi di placca e tartaro.

Proseguendo con i metodi più efficaci, è utile sapere che un buon spazzolino acquistabile in tutti i negozi per animali è proprio quello che ci vuole. L’ideale sarebbe riuscire a lavare i suoi denti con l’apposito dentifricio almeno una volta al giorno ma, quando si è in casa da soli, se il cane non è particolarmente docile, diventa un’impresa ardua. E’ importante che questa operazione si riesca a compiere una volta ogni tanto, per consentire una pulizia perfetta di denti, gengive e lingua sulla quale si annidano germi e batteri.

L’ideale sarebbe far fare al vostro amico a quattro zampe una visita ad hoc dal veterinario di fiducia per valutare la salute generale della bocca: nei casi più gravi si provvederà alla rimozione del tartaro sotto anestesia totale.