L’alimentazione è un elemento fondamentale per la vita e la buona salute dei cani. E’ quindi molto importante imparare a capire come e in che quantità alimentare il proprio cane per garantirgli una buona salute complessiva.

I parametri in base ai quali calcolare la razione quotidiana degli alimenti da somministrare al nostro amico a quattro zampe sono essenzialmente: il peso dell’animale, il suo sesso, l’età e l’attività fisica che svolge quotidianamente.
Il fabbisogno energetico quotidiano si può calcolare in base ad alcune tabelle create a questo scopo che tengono conto di alcune situazioni standard e che pertanto andranno un po’ affinate caso per caso.
E’ importante rendersi conto della percentuale di proteine, carboidrati, fibre e grassi contenuti negli alimenti prescelti e poi procedere al calcolo del fabbisogno quotidiano che potrà essere suddiviso in due pasti se il vostro cane si mostra insofferente al pasto unico e addirittura in tre pasti per i cuccioli.

Il calcolo della quantità di cibo deve essere effettuato non sul peso effettivo del cane, ma sul suo peso metabolico, in questo modo potremmo valutare quali sono le sue reali esigenze energetiche.
Il calcolo del fabbisogno energetico giornaliero si fa secondo questa formula: Fabbisogno energetico (EM) = Peso reale^0,75 x K (espresso in Kcal al giorno).
La K indica un valore costante che cambia in base all’attività fisica del cane. Se l’animale è sedentario K=132; se il cane è attivo K=145; se fa molta attività fisica K=200, K=300 sforzo prolungato.
Una volta trovato il fabbisogno energetico giornaliero il calcolo della dose quotidiana di cibo è molto semplice e ci consentirà di nutrire in modo adeguato il nostro cane.

La razione giornaliera viene calcolata utilizzando la formula seguente: Razione=EM/Kcal (espressa in etti).
Per ottenere valori più verosimili il risultato ottenuto va moltiplicato per fattori di correzioni che dipendono dalla razza (per esempio razze nordiche e terranova 0.8, Beagle e Golden 0.9, cani da caccia 1.1) dal comportamento (cane tranquillo 0.9, attivo 1.1, iperattivo 1,2) e dallo stato fisiologico (cane cucciolo 2, cani adulti 1, cagna gravida 1.2-1.5, cagna che allatta 3-4, cane castrato 0.8)

Se si scelgono cibi già pronti come le crocchette o il cibo umido confezionato, sul retro delle confezioni si trovano le tabelle, stilate in base ai parametri precedentemente ricordati, che indicano la dose giornaliera adatta alle esigenze del cane. All’inizio della nostra convivenza con il cane potremmo pesarlo con frequenza per cercare di capire se le quantità che gli stiamo dando gli sono congeniali.