Il Cane Corso è un Molossoide le cui origini risalgono direttamente all’antica Roma; nasce come cane per la guardia della casa e del bestiame, ruolo che ricopre ancora oggi con successo.

Il suo aspetto e la sua mole possono infatti suscitare un certo timore e sono in genere suffcienti a scoraggiare chiunque volesse introdursi nella proprietà sorvegliata senza il benestare del padrone; tuttavia, il Cane Corso sembra essere ben consapevole della sua forza e sa in genere dosarla in base alle situazione. Può quindi essere minaccioso con gli intrusi, che accoglie con un abbaiare basso e profondo, ma sa essere delicato con chi percepisce come più debole. Al contrario di quanto si potrebbe pensare, è un cane assolutamente adatto ai bambini, che come si è detto tratta con estrema delicatezza; nel caso le attenzioni ricevute diventassero eccessive, la sua unica reazione è quella di allontanarsi alla ricerca di un po’ di tranquillità.

In genere si lega molto al padrone, con il quale tende ad instaurare un rapporto sobrio, senza eccessive manifestazioni di affetto; è invece per natura piuttosto diffidente con gli estranei, perciò è piuttosto facile addestarlo perchè non accetti cibo da chi non conosce, accorgimento che può rivelarsi utile ad evitare che possa essere vittima di avvelenamenti mentre opera come guardiano. E’ bene tuttavia abituarlo ad una certa vita sociale, per evitare di esasperare inutilmente questa sua caratteristica.
Il carattere del Cane Corso è quindi nel complesso forte, ma equilibrato. Non dobbiamo tuttavia dimenticare che, proprio come accade per gli esseri umani, ogni esemplare presenta una personalità propria, che va “indirizzata” nel corso dello sviluppo perchè sia funzionale alla vita con l’uomo. Inoltre, in genere i maschi sono un po’ più irruenti, mentre le femmine tendono ad una maggiore dolcezza e possono essere quindi più adatte a chi è alle prime esperienze con questa razza. Fondamentale sarà, ovviamente, l’educazione che sapremo dargli, se necessario con l’aiuto di un professionista. Soprattutto, è importante evitare di cadere nella credenza che farlo crescere da solo, magari in un cortile, farà di lui un buon cane da guardia: il contatto con la sua famiglia è infatti fondamentale per lo sviluppo di un’indole equilibrata.