Sebbene l’avvelenamento degli animali domestici e selvatici sia piuttosto raro, l’individuazione tempestiva è il fattore determinante per salvare la vita dei pet.

(foto dal web)
(foto dal web)

Se non si tratta di qualche boccone avvelenato da malintenzionati, succede abbastanza di rado che l’animale ingerisca di sua spontanea volontà sostanze per lui tossiche. Nonostante ciò, è comunque possibile che l’amico a quattro zampe assuma prodotti anche banali, che potrebbero essere letali per gli animali.

Fra questi rientrano: farmaci, detersivi, prodotti per l’igiene personale, diserbanti, derattizzanti e pesticidi.

Farmaci come anti infiammatori, normalmente utilizzati per la nostra salute, nell’animale sono spesso responsabili di ulcere o di insufficienza renale. Mentre alcuni medicinali specifici per i cani, come gli antidolorifici e vermifughi  possono creare assuefazione ed una lenta intossicazione.

Risultano tossiche, soprattutto per i cani di piccola taglia, le soluzioni antipulci normalmente utilizzate per la salute della loro epidermide; una dose eccessiva o addirittura la loro ingestione possono causare seri danni all’animale.

Anche tra gli alimenti comunemente consumati dall’uomo, vi sono sostanze che possono divenire tossiche rispetto all’apparato gastrointestinale degli animali domestici. Per quanto riguarda i cani, è noto che il cioccolato rappresenta per loro puro veleno e così vale anche per caffè e alcol, che possono indurre vomito e intossicazione. Sono assolutamente da evitare anche avocado, xilitolo, uva e uvetta e noci macadamia, fortemente tossici per l’intestino canino.

Persino molte piante sono spesso protagoniste di spiacevoli inconvenienti per la salute degli amici a quattro zampe: le più tossiche per Fido sono azalee, rododendri, tulipani, narcisi e palme, mentre è bene tenere alle dovute distanze dai gatti la stella di Natale, l’edera, il gelsomino, l’ortensia, l’oleandro e l’ortica, solo per citarne alcune.

Nell’ambiente domestico sono molte le sostanze con le quali l’animale potrebbe venire in contatto; a tal riguardo è bene intervenire preventivamente, posizionando detergenti e prodotti per l’igiene all’interno di mobili chiusi o su mensole alte.

L’ingestione accidentale dei prodotti topicidi, ma anche di carogne di roditori avvelenati avviene abbastanza frequentemente negli animali da compagnia: il veleno per topi può rivelarsi letale per l’amico a quattro zampe.

Altre sostanze tossiche riguardano prodotti antigelo, diluenti, detergenti per l’esterno, pesticidi e fertilizzanti.

Qualsiasi sostanza tossica sia stata ingerita dall’animale, per affrontare al meglio un’emergenza tossicologica è necessario recarsi tempestivamente da un veterinario.