Portare con se il proprio amico a quattro zampe è un’abitudine di molte persone; non tutti però sono aggiornati su come va portato un animale domestico in macchina, sui pericoli che questo comporta e su come il nostro amico va abituato a questo tipo di esperienza.

 

Iniziamo col dire che questo argomento è dettagliatamente chiarito dalla legge con l’articolo n° 169 del nuovo codice della strada. Questo enuncia chiaramente come l’animale domestico non debba essere in alcun caso un impedimento o un pericolo per la guida; significa che l’animale non deve stare sui sedili anteriori perché può distrarre il conducente, né intralciare il controllo dell’auto saltando in braccio al padrone o nel vano dei pedali durante la guida.

 

E’ possibile trasportare uno o più animali domestici in auto ma tutto ciò è assoggettato a regole precise: andiamo a vederle più nello specifico.
Due o più animali domestici vanno obbligatoriamente trasportati nel vano posteriore dell’auto con una gabbia contenitore che li separi dal vano anteriore; questa gabbia deve essere a norma di legge e se fissa deve essere autorizzata dall’ufficio della Direzione generale della M.C.T.C.
Per trasportare un solo animale domestico invece si hanno più possibilità; oltre alla rete è consentito usare il kennel rigido, più comunemente chiamato trasportino, e la cintura di sicurezza. L’utilizzo del kennel rigido assicura l’immobilità dell’animale ma attenzione, prima di essere inserito in questo oggetto l’animale va abituato, non deve cioè averne paura o ritenerlo una costrizione. Al suo interno deve infatti sentirsi tranquillo e protetto. Quindi prima di fare un viaggio nel trasportino all’animale va fatto un “affiancamento”: gli va proposto più e più volte in un ambiente a lui familiare, così da non averne paura.

 

La cintura di sicurezza invece è uno strumento sicuro ma meno costrittivo per l’animale: lo fascia dal petto alla schiena, passando sopra ad una zampa e sotto ad un altra, facendo così in modo che l’animale non riesca a sciogliersi. Va applicata alla cintura a tre tempi di un sedile posteriore, immobilizza il cane ma allo stesso tempo gli permette di stare su un sedile dell’auto e sentirsi a suo agio.