I migliori amici dell’uomo non smettono mai di stupire. I cani sono utilizzati spesso come guide e supporto ai disabili visivi, ma non molti sanno che recentemente vengono addestrati anche per aiutare gli audiolesi.

Gli hearing dogscani guida specializzati nell’aiuto di persone audiolese, vengono addestrati a segnalare suoni e rumori della routine quotidiana, o di casi particolari. Sono ad esempio in grado di segnalare al non udente il suono del campanello, del telefono, o qualcosa di più specifico come il pianto di un neonato.

Questi cani guida possono essere di ogni taglia e razza, la loro dimensione, infatti, non incide sulla funzionalità delle loro azioni, a differenza dei cani guida per non vedenti, che devono necessariamente essere di taglie medio grandi per poter essere agevolmente e concretamente d’aiuto ai disabili visivi.

Gli hearing dogs diventano compagni fedeli ed indispensabili della persona audiolesa, le loro abilità diventano un rassicurante aiuto in molte situazioni, dalle più banali alle meno frequenti. Il cane è addestrato ad accompagnare il non udente nel punto d’origine del suono, nel caso di un telefono, o di un campanello. Ciò non può che facilitare le condizioni di vita quotidiana della persona con difficoltà uditive più o meno gravi. Questa tipologia di cani guida è già ampiamente utilizzata in nazioni come l’Inghilterra, e ben presto l’addestramento specifico di hearing dogs diverrà una realtà importante anche in Italia, considerando gli ottimi risultati raggiunti fuori dai confini della nostra nazione.

I cani guida per sordi e audiolesi semplificano notevolmente la vita di persone che si trovano a causa del loro handicap in una costante situazione di svantaggio; dovuta al fatto che la nostra società e le nostre città sono ideate e costruite in base ai principi che regolano le abitudini e le capacità di persone normodotate. Questo comporta una serie di barriere, architettoniche e non, che possono portare persone con bisogni speciali a stati di frustrazione.

La maggiore sensibilità al problema della diversità porta all’elaborazione di nuove soluzioni facilitanti per i soggetti con disabilità, tra queste l’uso dei cani guida per i ciechi e degli hearing dogs sono sicuramente tra le più meritevoli ed utili.

Samuele Tramontano