Tra i cani famosi ce n’è uno che è diventato il più celebre del mondo: è Pecorino, che da oltre dieci anni gira il pianeta con il suo padrone, il fotografo Toni Anzenberger.

 

cane pecorino frutta
(Foto di Toni Anzenberger)

La storia di Pecorino e del suo padrone inizia in Italia, nel Polesine nel 1998. Toni Anzenberger è un fotografo viennese che si trovava in quelle terre per realizzare un servizio fotografico per una rivista internazionale di viaggi, quando la proprietaria di Lady (questo il nome della madre di Pecorino), gli chiese di adottare il più piccolo e gracile cucciolo della cucciolata.

 

cane pecorino montagna
(Foto di Toni Anzenberger)

Toni si affezionò subito a Pecorino e lo portò con sé. Quando il cane aveva sei mesi Toni dovette tornare in Italia per un altro servizio e decise di portare Pecorino con sé. Mentre il fotografo era impegnato a fare scatti, il cane si intrufolò casualmente nell’obiettivo. Toni, anziché arrabbiarsi per l’intrusione, intuisce che la sua presenza aggiunge vitalità e originalità alla foto e al luogo oggetto delle riprese.

cane pecorino toro
(Foto di Toni Anzenberger)

Da quel momento Pecorino è divenuto ufficialmente il modello personale dell’affermato professionista. Secondo quanto racconta lo stesso Toni il cane si piazzava immobile senza che Toni neppure glielo dovesse chiedere, rimanendo fermo in posa fino alla fine della sessione di scatti. Così è accaduto che quella che era nata come una adozione, un gesto d’amore, è diventata una storia narrata in diversi libri che raccontano del cane-fotomodello nelle sue vesti di viaggiatore.

 

Pecorino e Toni Anzenberger
Pecorino e Toni Anzenberger

Una storia moderna fatta di tanto amore che si è purtroppo dovuta concludere nel 2012 con la morte del cane.
Samuele Tramontano