Aperti i “casting” per scoprire i cani più belli d’Italia da far sfilare in passerella.

Il cane è sicuramente il miglior amico dell’uomo, un membro della famiglia ed un compagno fedele su cui possiamo sempre far affidamento. Molte donne sono così affezionate da insistere sulla possibilità di far partecipare il proprio amico a quattro zampe addirittura alla cerimonia nuziale. Già nella provincia di Lucca, per la precisione a Montecarlo, è stato celebrato il rito in presenza di Milo, un meticcio di 15 anni, che ha assistito alla funzione degli sposi Luisa Riccomi e Graziano Toschi. La novità proposta interessa a moltissime donne, tanto che il settore della moda pare volersi adeguare alle nuove richieste delle future spose. Non basta più quindi una semplice modella per presentare e promuovere un abito, ora serve anche un modello cane che l’accompagni nel corso delle varie sfilate. Ecco la ragione per cui sono stati indetti dei veri e propri casting per scegliere i “cani più belli” da presentare in passerella. I vincitori potranno esibirsi il 12 e il 13 gennaio 2013 ad Arezzo presso l’Open Day Sposi.

A Foiano della Chiana, in provincia di Arezzo, presso l’outlet di Valdichiana, la fiera dedicata agli sposi permetterà ai modelli, a due zampe e a quattro zampe, di sfilare insieme sulle passerelle. I concorrenti saranno votati direttamente sul social network Facebook in base alla quantità di “mi piace” conseguita. I promotori assicurano i padroni dei partecipanti sulla qualità di un servizio che mira innanzitutto a valorizzare e rispettare il cane. Non ci saranno quindi completini o accessori vari che renderanno ridicoli gli animali. Mariella Santoni, wedding planner, promette che al centro della manifestazione ci saranno gli interessi e le esigenze del cane, sarà rispettata la sua dignità, cercando di dare a tutti la possibilità di divertirsi. Alla fiera saranno presenti anche dei fotografi per animali, così che i padroni dei partecipanti potranno conservare un ricordo della bellezza del proprio amico a quattro zampe di cui essere fieri. I fondi ricavati dalla vendita delle fotografie andranno alle associazioni che si occupano dei cani disabili.