Solitamente si pensa che il cane stia sempre bene in giardino, che sia il suo habitat naturale e che vivendo all’aria aperta sia sempre felice e, nel contempo, si riduce drasticamente la possibilità di avere fastidi e disordine in casa. Ma non è così.

 

Il cane fa parte a tutti gli effetti del nucleo familiare, quindi vuole e deve stare con il padrone e la sua famiglia. Qualche momento in giardino con Fido non potrà mai essere sufficiente per lui che ha bisogno di molte più attenzioni. Il cane deve vedere il padrone, annusarlo e ricevere le sue carezze quanto più possibile.

Dormire all’esterno della casa di notte non è una buona soluzione per il cane.
Certo c’è la cuccia, ma in inverno non è comunque sufficiente. Inoltre bisogna considerare il rischio delle punture di insetti, che possono avere conseguenze anche molto gravi per l’amico a quattro zampe.

Ci sono anche altri pericoli che la notte può nascondere, perfino in una tranquillo giardino di città.
Ad esempio, se l’ambiente in cui vive non è controllato per la sua completa sicurezza, il cane potrebbe istintivamente mangiare oggetti nocivi oppure piante e radici che potrebbero rivelarsi velenosi. Senza contare poi che un gatto o cane randagio potrebbero introdursi nella notte e ingaggiare lotte con morsi e graffi con alto rischio di infezioni.