“Porta il sacchetto” è la nuova campagna nazionale per sensibilizzare i proprietari dei cani sul tema dell’igiene nei parchi ed in altri luoghi pubblici. Il cattivo costume di non raccogliere le feci del proprio cane è segno purtroppo dell’inciviltà e negligenza di molti padroni. Eliminare le deiezioni canine è un’attività necessaria sia per garantire la cura delle zone verdi sia per la salute pubblica.

Le feci canine non vanno eliminate solo per il cattivo aspetto e per il pessimo odore, ma soprattutto perché sono portatrici di germi, batteri, parassiti e malattie. Lo sterco di cane, infatti, può contenere sino a 23 milioni di batteri coliformi, che causano diarrea e disordini intestinali; inoltre presenta agenti chimici e nocivi per l’ambiente.

 

Per tenere sotto controllo queste cattive abitudini, numerosi provvedimenti vengono adottati dalle amministrazioni di molteplici comuni italiani. Le varie disposizioni attuate prevedono sanzioni salate, esame e raccolta dei DNA dei cani, servizi di pulizia più accurati sino al caso estremo, adottato in Spagna, di rispedire gli escrementi degli amici a quattro zampe ai loro proprietari.

L’unica soluzione capace di arginare il problema è il sensibilizzare ed educare al senso civico i cittadini e per tale scopo è nata la campagna “Porta il sacchetto”.

L’iniziativa nazionale, patrocinata dall’Associazione no profit Marca Sociale e dall’ Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani , viene promossa, con il contributo della casa farmaceutica Bayer, in quattro città: Bari, Milano, Firenze e Roma.

 

cani al parco, porta il sacchetto

Dal 10 maggio al 7 giugno veterinari e volontari, all’interno dei parchi cittadini, allestiranno dei gazebo, dove si occuperanno di informare, consigliare e regalare sacchettini per raccogliere le feci canine.

 

Il proposito della campagna è responsabilizzare i padroni dei cani, evidenziare i rischi sanitari della mancata raccolta, distribuire materiale informativo e gadget. Il sogno del progetto “Porta il sacchetto” è trasformare le aree verdi cittadine in luoghi dove rilassarsi e far giocare in tutta serenità i bambini.