Molti comuni italiani sono pronti, per combattere il randagismo, a dare un bonus per chiunque sia disposto ad adottare un randagio bisognoso.

Il provvedimento verrebbe preso anche per limitare i costi delle strutture nelle quali i randagi vengono accolti: Legambiente parla di 250 milioni di euro annui spesi dai comuni per il mantenimento di animali abbandonati.

Vittoria, un paese in provincia di Ragusa, per esempio, ha deciso di fare uno sconto di 100 euro all’anno sulle Tari a chi deciderà di adottare un cane randagio. Pesaro stanzia 150 euro l’anno per l’adozione di cani randagi, mentre Terni e Bisceglie prevedono uno sconto di 500 euro sulle tasse comunali.

Ovviamente chi decide di aderire all’iniziativa dovrà assicurare all’animale un buono stato di salute e una buona qualità di vita; per questo verranno eseguiti dei controlli, per un certo numero di anni, dal Comune per verificare che l’animale stia bene.

L’iniziativa ci piace molto e speriamo possa operare in modo incisivo e risolvere in parte il problema del randagismo.

cani-randagi