L’immagine che si ha del cane è quella di un simpatico amico a quattro zampe che adora masticare ossa di tutte le dimensioni. Accessori, gadget e piastrine per cani hanno infatti spesso la forma di un osso. Ma è davvero salutare dare da mangiare un osso al nostro cane?

Si tratta di un mito che bisogna sfatare: il cane non necessariamente deve mangiare le ossa. Per quanto al nostro piccolo amico peloso possa sembrare una prelibatezza, bisogna fare estremamente attenzione, visto che alcuni tipi di ossa possono essere infatti estremamente pericolose. In particolare le ossa di pollo, anche se cotte, possono creare delle lesioni interne, dato che quando si spezzano spesso diventano appuntite. Il rischio è addirittura quello di perforare lo strato interno dell’intestino. Le piccole ossa al contrario possono essere causa di soffocamento se restano incastrate in gola, mentre quelle grandi possono portare addirittura alla rottura di un dente. Sono in molti invece che consigliano di comprare un osso occasionalmente in macelleria al proprio animale. Le ossa polpose soddisfano il palato del nostro cane e permettono di prevenire i problemi ai denti lasciandoli forti e puliti. Le ali di pollo, il collo di pollo o di tacchino invece sono facilmente masticabili e possono essere date al cane senza problemi.
Le ossa da chiedere in macelleria sono la coda di manzo, il collo di pollo o tacchino e le costole di bovino. Rimuovendo inoltre il grasso potremmo dare un alimento anche abbastanza dietetico al nostro cane. Inoltre è fondamentale controllare il cane mentre divora il suo osso, dato che in caso di soffocamento è possibile agire in maniera tempestiva, rimuovendo fisicamente l’oggetto che si è incastrato in gola.
Il consiglio è quello comunque di prediligere gli ossi che si vendono in tutti i negozi per animali. Sono realizzati in pelle di bovino compressa e, oltre a rappresentare uno spuntino salutare, permettono di mantenere in forma la salute dei denti del cane. Inoltre non c’è possibilità che si scheggino o che presentino delle zone appuntite, per cui possono essere somministrate senza alcun tipo di problema.