Curare l’igiene dei denti è qualcosa che viene insegnato fin dalla più tenera età a qualsiasi bambino, eppure spesso ci si dimentica quanto questa buona abitudine sia fondamentale anche per gli animali domestici.

cane lava denti

La placca si accumula sui denti dell’animale proprio nello stesso modo in cui si attacca a quelli delle persone: nel caso in cui non si agisca prontamente tramite la spazzolatura, il rischio è che si indurisca e si trasformi in tartaro. Le conseguenze possono essere molteplici, dagli ascessi ai danni alle ossa della mascella: inoltre, i batteri possono entrare nel flusso attraverso la bocca e creare danni ad altri organi all’interno del corpo

Tuttavia non è il caso di allarmarsi. Ci sono 3 modi per curare i denti del cane che possono prevenire gli eventuali danni causati dalla propria igiene.

1. Il primo imperativo da tenere in considerazione è davvero palese: i denti del cane vanno lavati. In un primo momento questa potrà sembrare un’impresa impossibile, ma è sufficiente armarsi di pazienza, di uno spazzolino da bambino e di un dentifricio apposito per la cura dell’igiene dentale dell’animale (questi, infatti, non nuocciono se ingeriti). Per abituare l’amico a quattro zampe a questa pratica conviene iniziare spalmandogli giorno per giorno un po’ di dentifricio sulle gengive e solo in un secondo momento introdurre l’uso dello spazzolino.

2. Anche la dieta alimentare del cane può avere un impatto sulla sua igiene dentale. Il cibo a secco, ad esempio, si rivela utile per gli animali che presentano l’accumulo di tartaro.

cane-lava-denti

3. Far controllare regolarmente al veterinario lo stato dei denti del cane è il modo più semplice per capire se si sta manifestando qualche patologia legata alla cattiva pulizia dei denti: in questo modo sarà possibile intervenire in modo tempestivo ed evitare il peggio.

Spesso guardare all’interno della bocca dell’animale può rivelarsi davvero un’impresa impossibile, ma ci sono altri sintomi che è possibile osservare: l’alito cattivo, la diversa salivazione, il sanguinamento o l’arrossamento delle gengive, l’uso di una sola parte della bocca per alimentarsi o lo sfregamento della stessa.

L’importante è prestare sempre attenzione al comportamento del cane e preoccuparsi della sua salute, in fondo anche lui è una parte importante della famiglia e va accudito.