Si chiamano Boo e Pistol i due cani di Johnny Depp che hanno rischiato la vita per ‘colpa’ di un viaggio in Australia. Si tratta di due splendidi esemplari di Yorkshire terrier, che ora si trovano finalmente al sicuro, essendo rientrati a Los Angeles con un jet privato nella notte di venerdì scorso.

Johnny Depp e cani

Per girare il quinto episodio de “I pirati dei Caraibi”, Johnny Depp era giunto in aprile nello stato australiano del Queensland, portando con sé la moglie Amber Heard e i due cani. Ma nel far ciò aveva violato le leggi, perché aveva omesso di dichiarare alla dogana i suoi amici a quattro zampe.

Il ministro dell’Agricoltura di Canberra, Barnaby Joyce, aveva annunciato che i due Yorkshire terrier sarebbero stati abbattuti, nel caso fossero rimasti illegalmente. Secondo la legge locale, i cani avrebbero dovuto essere visitati e messi in quarantena dopo l’arrivo in Australia.

La presenza illegale dei ‘cani famosi’ è stata scoperta quando un salone per cani della ‘Gold Coast’ ne ha postato la foto su Facebook.

gossip-150515140002

Con la partenza dei cani dall’Australia il problema è stato risolto e la storia ha avuto un lieto fine. Tuttavia, in poche ore il web si è scatenato: una petizione per salvare i cani, rivolta al ministro Joyce, ha raccolto oltre 17.000 firme. Contemporaneamente è stato creato l’hashtag #waronterrier per protestare contro la durezza delle leggi australiane.